Home | Tempo d'Europa | Scuola: l’Italia è terza in Europa per lingue studiate alle medie

Scuola: l’Italia è terza in Europa per lingue studiate alle medie

L’Italia è terza in Europa per numero di studenti delle medie che imparano più lingue straniere. E’ quanto emerge dai dati Eurostat. Primo è il Lussemburgo, dove la scolarizzazione avviene per tutti obbligatoriamente sia in francese che in tedesco e quindi registra il 100% di allievi che studiano due lingue straniere. Seconda la Finlandia (98,4%), dove dopo l’inglese lo svedese è obbligatorio come seconda lingua nazionale. Terza appunto l’Italia, con 95,8%, in cui le due lingue più studiate sono l’inglese (98,1%) e il francese (65,4%). A seguire, l’Estonia (95,8%, con inglese e russo) e Romania (95,2%, con inglese e francese).

L’italiano è poi la sesta lingua straniera più studiata nelle scuole secondarie inferiori dell’Ue, con l’1,1%. A farla da padrone è senza sorprese l’inglese, con il 97,3%, seguito a distanza da francese (33,8%), tedesco (23,1%), spagnolo (13,6%), russo (2,7%) e, infine, italiano (1,1%). L’idioma di Dante risulta essere la seconda lingua straniera più studiata a Malta (57,2%).

Newsletter

Guarda anche..

nicola-zingaretti

Sport e innovazione tecnologica per le scuole del Lazio

Oggi il presidente, Nicola Zingaretti, ha visitato l’istituto Filosi di Terracina, in provincia di Latina, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi