Home | IN News | In Politica | Sport e Giovani, Michela Pucella e il progetto dell’Erasmus sportivo
Michela Pucella

Sport e Giovani, Michela Pucella e il progetto dell’Erasmus sportivo

“Per ogni individuo, lo sport è una possibile fonte di miglioramento interiore”. È da questa citazione di Pierre De Coubertin, fondatore dei moderni giochi olimpici, che muove la sua candidatura Michela Pucella, 24 anni, istruttrice di zumba e pilates in una nota palestra di Sabaudia. Pucella, sostenitrice di Giada Gervasi nella lista “I Giovani Cittadini”, richiama l’attenzione su uno dei settori su cui la città delle dune deve puntare, oggi più che mai, in quanto volano per lo sviluppo turistico ed economico dell’intero territorio, con particolare attenzione al settore giovanile.

“Lavorando nel fitness so quanto lo sport sia importante in primis per uno stile di vita sano, prevenendo molte malattie, ma anche per far stare meglio le persone con sé stesse e con gli altri, sviluppando la propria identità, solidarietà, socialità e una sana competizione con regole e obiettivi – commenta Pucella – È fondamentale che bambini e adolescenti si avvicinino a questo mondo, di conseguenza allontanandosi dalla trappola della tecnologia e delle dipendenze. In funzione di ciò, abbiamo pensato al gemellaggio e all’Erasmus sportivo: ovvero la predisposizione di appositi progetti volti ad accogliere giovani atleti stranieri o di altre città italiane ma anche a inviare i ragazzi di Sabaudia altrove, garantendo loro esperienze sportive e di vita uniche”.

Lo strumento dello scambio interculturale nel comparto dello sport può davvero assumere connotazioni formative degne di nota. E il Comune di Sabaudia, in tale ottica, deve farsi promotore di accordi e partnership con le altre città individuate coinvolgendo in prima battuta le istituzioni e le diverse società sportive del luogo.

Accanto a questo progetto, però, il movimento civico “Cittadini per Sabaudia”, nel confrontarsi con la cittadinanza per la stesura del programma elettorale, ha ritenuto necessario inserire nella progettualità anche uno Sportello dello Sport, che possa fungere da raccordo per le diverse società del settore e per i cittadini che intendono, per loro e per i loro figli, creare percorsi nella pratica sportiva formativi e di svago, con attenzione a particolari situazioni di disagio economico. Inoltre un simile strumento sarebbe fondamentale per un coordinamento generale del comparto a Sabaudia e delle varie attività in esso svolte, compresa la gestione degli spazi comunali.

“Lo abbiamo detto più volte ed è bene ribadirlo: vogliamo una Sabaudia città dello sport. È per questo che il nostro programma riflette questa centralità – conclude Pucella – C’è molto da fare in un settore che ancora può contare su potenzialità inespresse, ma servono sinergie tra gli attori in campo e la messa a sistema delle risorse, un processo di cui il Comune deve necessariamente farsi promotore, nel rispetto delle diverse esigenze e con l’obiettivo dello sviluppo economico e turistico del territorio”.

Newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi