Home | IN News | In Eventi | Sermoneta. Fino a domani l’infiorata all’Abbazia di Valvisciolo

Sermoneta. Fino a domani l’infiorata all’Abbazia di Valvisciolo

Fino a domani, un meraviglioso tappeto di fiori intriso di preghiera e di colori vividi decorerà la navata centrale dell’abbazia di Valvisciolo in omaggio alla festività del Corpus Domini. Ogni anno i parrocchiani con i monaci cistercensi si impegnano a portare avanti questa antichissima tradizione che richiama ormai l’attenzione di centinaia di turisti e che rappresenta un appuntamento annuale importantissimo per la stessa comunità parrocchiale di Valvisciolo.

Lo splendido tappeto artistico richiede una progettazione lunga e una fase di lavorazione che inizia già dal lunedì con le prime squadrature. Per questo tripudio di colori e di profumi i parrocchiani scelgono il materiale arboreo e floreale da utilizzare, tipico della macchia mediterranea, come mirto, alloro, ginestra. Affiancato da lampazzo, tuja, girasoli, rose, gerbere, crisantemi, statici.

A coordinare i lavori ci sono Gualtiero Pietrosanti e il Priore Padre Massimo Marianella. Mentre i direttori artistici dell’Infiorata sono il pittore Giuseppe Coluzzi e la storica dell’arte Sonia Testa, curatrice anche della Mostra l’Infiorata a Valvisciolo, testimonianze fotografiche e documenti d’Archivio, giunta alla 9° edizione, presso la Sala Capitolare.

Quest’anno ad accogliere il fedele e il turista all’interno della navata centrale della chiesa abbaziale c’è l’immagine a grandezza naturale di Maria, posta al centro del primo riquadro, che ha per tema proprio il centenario delle apparizioni mariane a Fatima.

Il secondo riquadro ha per tema il terremoto. Il terzo riquadro presenta il logo dei 150 anni dell’Azione Cattolica e sarà realizzato dai ragazzi della parrocchia. Mentre nel quarto riquadro vi è il messaggio di pace con il viaggio di papa Francesco in Egitto. Nell’ultimo riquadro vi è raffigurato il simbolo eucaristico per eccellenza il pellicano eretto sopra il suo nido, con le ali spalancate in un tenero abbraccio nell’atto di nutrire i suoi piccoli. Allegoria del supremo sacrificio di Cristo.

Newsletter

Guarda anche..

Sermoneta

Viaggio della memoria, gli studenti di Sermoneta raccontano le esperienze vissute

“La morte di qualsiasi uomo mi sminuisce, perché io sono parte dell’umanità. E dunque non …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi