Home | IN News | Mondiali di nuoto. Oro per Federica Pellegrini nei 200 stile libero

Mondiali di nuoto. Oro per Federica Pellegrini nei 200 stile libero

Federica Pellegrini non finisce di stupire, si regala un’altra grande pagina di gloria che le consegna il trono assoluto nell’olimpo dei nuotatori. Vince uno straordinario oro nei 200 stile libero ai Mondiali in corso a Budapest e si regala la settima medaglia iridata consecutiva: nessuno come lei nel mondo del nuoto.

Nelle sei precedenti edizioni era stata seconda a Kazan 2015 con 1’55”32 e Barcellona 2013 con 1’55”14, prima a Shanghai 2011 con 1’55”48 e Roma 2009 col record del mondo di 1’52”98 (gommato), terza a Melbourne 2007 con 1’56”97 e seconda a Montreal 2005 con 1’58”73. Oggi ha conquistato il suo terzo oro iridato sulla distanza.

Ha riscritto gli almanacchi, stravolto le statistiche e dominato la scena con bracciate che solcano l’acqua e le schiudono le porte della gloria. Da Melbourne 2005 a oggi, un’eternità dominata, dall’alto in basso, quasi rovesciando il tempo, anzi fermandolo, senza mai scendere da quel podio che fa rima con gloria, ambizione, classe. Un oro olimpico, cinque titoli mondiali, uno in vasca corta, undici primati del mondo, è una Pellegrini senza confini, anche alla soglia dei 29 anni, capace di attraversare tempo e generazioni facendo sempre la differenza.

Oggi a Budapest è andata contro avversarie fortissime e pronostici quasi chiusi: ha controllato fino ai 150 metri, poi ha lasciato andare orgoglio, talento e forza. Sprigionando la voglia di cancellare l’amaro in bocca lasciato da quel 4° posto di Rio. Ha toccato per prima, 1:54:73, rompendo l’incantesimo-Ledecky, oggi scesa dal gradino più alto del podio, argento ex aequo con l’australiana McKeon (1:55:18), proprio lei che le avete tolto il podio in Brasile. Il cerchio è chiuso. “Ora sono in pace”, sussurra Federica, urlando con gli occhi una felicità incontenibile. “Sono stati i miei ultimi 200 stile libero a livello internazionale”, annuncia con l’anima in pace e il cuore in tumulto.

“Sono senza parole, è un’emozione infinita: come il primo giorno, forse di più. Certo è la più grande atleta che io abbia visto”. Il Presidente del CONI, Giovanni Malagò, volato a Budapest per assistere alla finale, è raggiante. Il cerimoniale FINA è stato stravolto per concedergli l’onore di premiare la sua campionessa. “Per certi versi questa è una gioia inaspettata – conclude Malagò – ma Federica non finisce mai di stupire”. Già, semplicemente infinita. (Foto Giorgio Scala-Deepbluemedia)

Newsletter

Guarda anche..

totti

Giovanni Malagò: “Totti è l’ultima bandiera del calcio”

“Totti è l’ultima bandiera del calcio: 25 anni di carriera senza una macchia”. Lo dice …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi