Home | IN News | In Cultura | Korea Week a Roma: una settimana alla scoperta dell’universo coreano

Korea Week a Roma: una settimana alla scoperta dell’universo coreano

Apre domani la Korea Week con la Cerimonia del Tè, rituale senza tempo, da apprezzare grazie alla guida degli esperti Hye Sun Song e Kim Han Joo, giunti a Roma da Seul per far conoscere a piccoli gruppi (appuntamento a numero chiuso per 20 persone- ingresso su prenotazione – 24-25-26 ottobre dalle 11.00 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 17.00) un rito tradizionale di rara bellezza.

E’ un concentrato di colori, suoni, sapori, sensazioni, la seconda Korea Week capitolina che, dopo il successo dell’edizione 2016, torna con un programma ricco di appuntamenti con incontri, concerti, corsi, degustazioni e mostre, tutti ad ingresso libero.

Si parte con “K Fashion”, un’eccezionale sfilata, in programma il 25 ottobre alle 19.00, degli hanbok, i vestiti coreani da cerimonia, di Lee Sun Young, stilista coreana di fama mondiale acclamata da tutti i fashion-lovers, che presenterà 60 abiti meravigliosi tra cui il famoso “Hanbok reale”.

Riflettori puntati, il 26 ottobre, alle 19.00, sulla musica coreana che sarà la protagonista della giornata in cui ricorre il 1° anniversario dell’apertura dell’Istituto. K Music sarà un concerto di musica tradizionale che vedrà insieme sul palco 10 talentuosi artisti del Centro Nazionale di Musica Tradizionale con un ricco programma di canzoni famose accompagnate da danze tradizionali; per sottolineare la sinergia tra Italia e Corea saranno eseguiti anche alcuni brani italiani arrangiati per gli strumenti tradizionali coreani. Al termine saranno premiate con una targa in madreperla, 5 persone che hanno contribuito nel diffondere la cultura coreana in Italia.

Il 27 ottobre si chiude in “bellezza” con K Beauty, un vero e proprio show con Lim Chae Yeol, make up artist di fama mondiale, che terrà una dimostrazione delle tecniche coreane di applicazione del trucco con un momento dedicato alle giovanissime che avranno la straordinaria opportunità di imparare a truccarsi come le dive della Musica Pop Coreana.

Location d’eccezione la sede dell’Istituto Culturale Coreano, splendido villino liberty in Via Nomentana 12, che festeggia il primo anniversario della sua apertura. Al 1° posto in Europa per ampiezza, l’Istituto si è affermato in meno di un anno come “polo culturale” della capitale con una fitta programmazione di incontri, proiezioni cinematografiche, mostre, workshops e corsi per promuovere le proprie tradizioni culturali. Per celebrare questo importante appuntamento, realizzato in collaborazione con l’Ambasciata della Repubblica di Corea in Italia, sono stati invitati artisti, artigiani, musicisti, stilisti, esperti della cultura coreana, alcuni delle vere e proprie star nel proprio paese, che presenteranno ogni giorno un aspetto diverso ed interessante del panorama coreano.

Accanto agli eventi principali si svolgeranno anche due laboratori artigianali per la realizzazione dei nodi ornamentali e delle dakibo, le borsette tradizionali coreane (accesso su prenotazione via mail a info@culturacorea.it con un costo per i materiali di €10.00) e la mostra dei Giogakbo, ( 26 ottobre-15 novembre) stoffa per fagotti, il tipo di artigianato più utilizzato nella vita quotidiana, per avvolgere, custodire e trasportare gli oggetti.

La Korea Week non rappresenterà solo un’occasione per conoscere da vicino la cultura e le tradizioni millenarie di quest’importante nazione asiatica ma porrà l’accento anche su tematiche economiche, politiche e di cooperazione internazionale grazie a due convegni in programma il 24 ottobre (K Economy, Seminario sulla cooperazione tra le piccole e medie imprese italiane e coreane, in collaborazione con Diplomacy, evento inserito nel Festival internazionale della diplomazia, Istituto culturale coreano, ore 17-19, su invito) e il 26 ottobre (K Union, Opportunità nella Corea del Sud e le sfide del Nord, in collaborazione con IAI – Istituto Affari Internazionali, Palazzo Rondinini, ore 10.00 -13.00).

Tutti gli eventi si svolgeranno presso l’Istituto Culturale Coreano, Via Nomentana 12, e sono a ingresso libero fino a esaurimento dei posti. La cerimonia del tè e i laboratori sono a numero chiuso (per questi ultimi è previsto un contributo per i materiali di €10,00) ed è richiesta la prenotazione via mail a info@culturacorea.it L’unico evento in programma in un’altra sede è il convegno K Union che si terrà a Palazzo Rondinini, Via del Corso 518.

Newsletter

Guarda anche..

Raffaele-Balzano

“Nick & Bart” di e con Raffaele Balzano al Teatro Trastevere di Roma

“Nick & Bart” di e con Raffaele Balzano, per la regia di Raffaele Balzano-Chiara Becchimanzi, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi