Home | IN News | Torna al Circo Massimo il Good Deeds Day con la Fun Run

Torna al Circo Massimo il Good Deeds Day con la Fun Run

Oltre 70 eventi dedicati alla solidarietà e una grande festa al Circo Massimo. E’ in arrivo il Good Deeds Day Italia, una manifestazione internazionale di attivazione sociale che dal 2007 promuove l’educazione alle “buone azioni” e si celebra in ben 97 paesi in tutto il mondo, con oltre 20,000 progetti e con 2,500,000 volontari coinvolti nelle iniziative. L’evento mondiale si svolge il 15 aprile in varie città di città in tutto il mondo, tra cui San Paolo, Nairobi, Città del Messico, Buenos Aires e molti altri, con il coinvolgimento di importanti aziende ed una copertura mediatica senza precedenti.

In Italia, il Good Deeds Day – Insieme per il Bene Comune è organizzato dai Centri di Servizio per il Volontariato del Lazio con il Patrocinio dell’Assessorato alla Persona, Scuola e Comunità Solidale di Roma Capitale e realizzato grazie al coinvolgimento di centinaia associazioni di volontariato e promozione sociale.
La 4° edizione italianaGood Deeds Day inizia con una settimana di anticipo, con una grande festa al Circo Massimo l’8 aprile per proseguire il weekend 13-14-15 aprile con una tre giorni di eventi sul territorio che vedono coinvolti volontari, gruppi e aziende invitate a fare qualcosa di buono.
Doppia festa per il Good Deeds Day Italia.

8 APRILE AL CIRCO MASSIMO CON LA FUN RUN 
L’8 aprile al Circo Massimo saranno oltre 100 le Associazioni pronte ad accogliere con attività ludiche, sportive e di sensibilizzazione i runner al loro arrivo, oltre a curiosi e visitatori. Si consolida infatti la collaborazione con Acea Maratona di Roma, con particolare riferimento alla Fun Run – La Stracittadina di Roma, la corsa non competitiva di 5 chilometri con partenza dai Fori Imperiali subito dopo il via della 24° Maratona di Roma e si concludeal Circo Massimo. Non solo l’arrivo sarà all’insegna della solidarietà, ma anche la corsa stessa.

Migliaia dei partecipanti alla Fun Run hanno colto infatti l’opportunità di iscriversi alla non competitiva donando parte del costo del biglietto ad uno dei tanti progetti associativi.

Così al Circo Massimo i runner potranno incontrare e conoscere personalmente l’associazione sostenuta e, allo stesso tempo, passare con cittadini e turisti una giornata all’insegna del divertimento, del benessere e della solidarietà con musica e spettacoli dal vivo, stand, giochi laboratori e dimostrazioni per tutti. Un programma ricchissimo che andrà avanti per tutto il pomeriggio e senza interruzioni. Chi vorrà trattenersi nell’area del Circo Massimo, infatti, potrà farlo anchegrazie ai cibi genuini e a km0 di Campagna Amica dove sarà possibile gustare piatti e panini tipici della tradizione romana.

13-15 APRILE, IL WEEKEND “SOLIDALE” DEL GOOD DEEDS DAY
La grande festa della solidarietà continua nel fine settimana successivo, dal 13 al 15 aprile, con almeno 70 eventi che si realizzeranno in tutta la Capitale e provincia. “Il Good Deeds Day è un bel segnale di attivismo sociale e amore per i beni comuni, che in 4 anni è cresciuto in maniera esponenziale. Associazioni, comitati di quartiere, istituzioni ma anche semplici gruppi spontanei di cittadini insieme per sostenere chi ha bisogno di aiuto o per migliorare gli spazi comuni” dichiara la coordinatrice della manifestazione Francesca Amadori.

Le iniziative riguardano vari ambiti di intervento e la partecipazione è aperta a tutti.
Dall’ambiente alla cultura, dalla disabilità all’integrazione, ogni cittadino è invitato ad iscriversi all’iniziativa che fa per lui per una giornata o qualche ora da passare in modo diverso dal solito. Nessun ambito è trascurato, neanche quello religioso grazie all’adesione delle tre principali Comunità religiose (Vicariato di Roma, Grande Moschea e Comunità Ebraica di Roma).

Il calendario delle iniziative è on line e sono suddivise per municipi o tipologia. Un elenco destinato a crescere ancora nei prossimi giorni, ma di cui si può dire già molto.

Cittadinanza attiva e riqualificazione dei beni comuni sono il fil rouge di tanti appuntamenti nelle aree verdi e non solo della Capitale, promossi per contrastare il degrado e rendere fruibili spazi altrimenti chiusi alla popolazione. Appuntamenti in molti casi vissuti più come occasioni per stare insieme e condividere: musica, un pranzo comunitario e sfide a scacchi affiancheranno la pulizia di Viale Pretoriano, a stazione Termini; a Villa Mazzanti tanta animazione, giochi e un pic nic tra le famiglie residenti che accolgono così gli ospiti dellaRSA (residenza sociale anziani) accompagnati da Tutti i taxi per amore; la pulizia del Parco di Carlo Felice animata dallo sport e dalle esibizioni dei Lazzaroni. Così come ad Ariccia la pulizia della Rotatoria del Sole di Valleariccia, diventa il momento di ritrovo di un nutrito gruppo di donne e madri dei Castelli Romani che realizzeranno un’opera di “yarn bombing”, un tipo di arte da strada che impiega filati colorati per ricoprire elementi naturali (come gli alberi di ulivo in questione) o urbani.
Diversi gli eventi proposti dall’immancabile Retake Roma, a partire dalla riqualificazione di aree periferiche dalla Tomba di Nerone e quella della Borghesiana, a cui altri si aggiungeranno.

Non potevano mancare le attività sportive a corredo dell’appuntamento con la Fun Run. Il movimento come mezzo di prevenzione, aggregazione sociale e per il benessere psico-fisico dell’individuo. Vari appuntamenti alla portata di tutti.
Passeggiate nella Riserva Naturale di Acquafredda alla scoperta del territorio, corse benefiche come “La corsa di Alberto” al Parco dei Martiri di Forte Bravetta o la gara “Corri al Massimo per IRENE”, per raccogliere fondi contro il tumore cerebrale, unopen day di allenamento funzionale con ginnastica posturale e bioenergetica in Piazza dei Navigatori e speciali visite e consulenza mediche gratuite a Mentana con “Sport in Piazza”. Anche i centri sportivi al centro dell’attenzione come l’impianto comunale Euromahockey Stadium, un gioiello poco noto che sarà rimesso a nuovo dai giovanissimi volontari.

La salute fisica e psichica al centro di molte attività: “Punto Donna” nel Municipio XIV (prevenzione e sessualità al femminile), le “Famiglie di Angeli” a Tivoli (bullismo e cyberbullismo), “Jeruce” (consulenze gratuite riguardo il deficit di attenzione e iperattività infantile) nel Municipio XI, donazione del sangue e salute a tutto tondo nell’iniziativa proposta da La Voce di Rita e la Rete di tutti.

Molte quelle inevitabilmente rivolte ai bambini. La Comunità di Sant’Egidio organizza in vari punti di Roma raccolte di cibo, giocattoli e vestiti usati, ma con un progetto denominato “Scuola di Pace”, dove tanti studentiitaliani, rom e nuovi europei lavoreranno insieme per il “bene comune”. Anche a “La Casa dei bimbi”, progetto voluto dall’Associazione Parole di Lulù Onlus con la partecipazione del VX Municipio, i bimbi saranno invitati ad un viaggio teatrale alla scoperta del sé, dell’altro e delle espressioni corporee. Infine anche un concorso per i più piccoli: il “Poeta Scodinzolante”, un’iniziativa fortemente voluta dall’Assessorato alla Persona, Scuola e Comunità Solidale di Roma Capitale d’accordo con Animal Aid Italia e rivolto a tutte le scuole elementari della capitale per stimolare l’attenzione sul tema degli animali. Gli amici pelosi saranno anche i protagonisti di “Made in Bunny” che promuove una petizione per il riconoscimento dei conigli come pet.

Anche le persone con disabilità sono al centro di molte iniziative: dalla visita tattile integrata proposta da Vivi Vejo alla Fondazione Venanzo alla visita guidata con traduzione LIS organizzata alla Grande Moschea dall’associazione Pontieri del Dialogo. I “matti” al centro del documentario “Padiglione 25” proiettato al Cinema Detour.

Tra le collaborazioni spiccano poi quelle con i tre Municipi di Roma che si sono attivati in prima battuta nel promuovere la partecipazione o nel sostenerla collaborando nella realizzazione delle iniziative. Diverse le manifestazioni nel I Municipio: oltre a quelli già citate, va aggiunto l’appuntamento a Piazza Vittorio, un vero e proprio evento nell’evento con tante associazioni, laboratori, visite e animazione dal palco per ricordare che la piazza è di tutti, ma proprio tutti.
Altro bene che la cittadinanza si sta “riprendendo” con l’aiuto del II Municipio è quello del Forte Antenne, un bene monumentale da anni chiuso al pubblico e divenuto un appuntamento del Good Deeds Day: pulizia e visite guidate per riscoprirne la bellezza.

Newsletter

Guarda anche..

Romaeuropa Festival 2018

Romaeuropa Festival 2018: presentato il programma della nuova edizione

Roma, 19 Aprile 2018 – Opificio Romaeuropa | Conferenza stampa di presentazione del Romaeuropa Festival …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi