Home | IN News | Maltempo. Il sindaco Gervasi firma l’ordinanza per il taglio e le potature degli alberi

Maltempo. Il sindaco Gervasi firma l’ordinanza per il taglio e le potature degli alberi

In virtù delle cadute di diversi alberi all’interno del territorio comunale verificatesi nella giornata di lunedì 29 ottobre, con conseguenti rischi per l’incolumità pubblica e la viabilità, il sindaco Gervasi ha emesso apposita ordinanza con la quale ha disposto, con somma urgenza, il taglio e la potatura di tutte quelle piante di alto fusto, e non solo, precarie e dunque pericolose per la popolazione.

A partire dalla data di ieri (30 ottobre) ed entro i 5 giorni successivi alla pubblicazione dell’ordinanza, tutti i proprietari, possessori, detentori a qualunque titolo dei terreni limitrofi e/o confinanti con strade provinciali, comunali, regionali, private o di uso pubblico, marciapiedi, piste ciclopedonali, parcheggi pubblici o di uso pubblico presenti sul territorio comunale, è fatto obbligo di verificare ed eliminare i fattori di pericolo per caduta alberi o rami.

Gli interventi dovranno essere ricondotti a:
-taglio di tutte le piante e di ogni alberatura che per forte inclinazione risultino pericolose;
-potatura di tuti quei rami che per gli eventi metereologici che hanno afflitto il territorio versino in stato di precarietà e pericolosità per la cittadinanza;
-rimozione immediata dalla sede stradale e dalle aree pubbliche di alberi, ramaglie e terriccio proveniente dai siti suddetti.

Si precisa che:
-le operazioni di taglio e/o potatura delle piante dovranno essere eseguite usando particolare cura in modo che nella caduta non provochino danni a persone o a cose. Il materiale vegetale, i tronchi, le ramaglie e quant’altro non potranno né essere accatastate né occupare la sede viaria e/o aree pubbliche;
-è fatto obbligo di garantire la pubblica incolumità e nel caso si dovesse operare dalla strada, di procedere alla installazione di relativa segnaletica a norma di legge per segnalare ai veicoli la presenza dei lavori in corso, acquisendo dagli Enti preposti ogni autorizzazione e nulla osta necessario alla realizzazione dell’intervento;
-in caso di inosservanza, l’Amministrazione comunale si riserva la facoltà di provvedere all’esecuzione degli interventi ritenuti indispensabili, mediante affidamento a ditte di propria scelta, e tutto il materiale legnoso ricavato sarà trattenuto e confiscato a parziale risarcimento dei costi dei lavori; ciò senza escludere nei confronti degli inadempienti l’addebito dei costi non compensati dal valore del legname, tantomeno le sanzioni disposte dalla legge.

In caso di inottemperanza, i proprietari saranno ritenuti responsabili di eventuali danni a persone e cose che nel frattempo dovessero verificarsi, oltreché destinatari delle sanzioni pecuniarie previste dalla normativa vigente.

Newsletter

Guarda anche..

aprilia

Aprilia. Danni agricoltura per maltempo: il Sindaco invia segnalazione alla Regione Lazio

Il Sindaco di Aprilia, Antonio Terra, ha firmato questa mattina la lettera indirizzata alla Regione …

3 commenti

  1. Laura bertuletti

    A chi rivolgersi se si ha un albero che potrebbe essere pericoloso?

  2. GIANLUCA CALAGNA

    Buonasera a voi. Non è vero nulla per il comune si interessa circa gli alberi pericolanti, ne ho una prova certa. È da un anno che io fotografo e invio e pubblico sia comune sia su Facebook alberi pericolanti, posti all’interno del campo sportivo di Sabaudia è completamente a ridosso della strada addirittura inglobando una piantana. Ho pubblicato foto di via Genova dove ci sono molti alberi che oltre a inglobare le piantane sono a ridosso della strada, le fronde quindi avvicinano l’altra parte della strada. Ho pubblicato foto di via verbania, dove c’è l’hotel della stessa strada, lì c’è un albero che si incrocia tra quello della hotel a quello del marciapiede opposto comunale e tutte e due si abbracciano inglobando una piantana. È un anno che io posto foto e il comune non si interessa. Nel giardino di un mio vicino di casa c’è un albero alto 4 m con le fronde completamente diverse ad alcune abitazioni di uno stabile ho denunciato il tutto, al comune, non possono intervenire perché di proprietà privata. Quindi, Vi ringrazio per l’articolo, Ma non è vero che il comune Si interessa alla sicurezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi