Home | IN News | In Cultura | Mostra “L’origine della natura morta. Caravaggio e il maestro di Hartford” prorogata fino a marzo

Mostra “L’origine della natura morta. Caravaggio e il maestro di Hartford” prorogata fino a marzo

Lago in Fiore 2019

A seguito del grande successo di pubblico, è stata prorogata fino al 12 marzo la mostra ‘L’origine della natura morta. Caravaggio e il maestro di Hartford’, allestita a Roma, alla Galleria Borghese.

Curata da Anna Coliva, storica dell’arte e direttrice della Borghese, e da Davide Dotti, la rassegna analizza le origini della natura morta italiana nel contesto romano della fine del XVI secolo, seguendo i successivi sviluppi della pittura caravaggesca nei primi tre decenni del ‘600. Una quarantina le tele esposte, provenienti da collezioni private e musei di tutto il mondo: tra queste un capolavoro assoluto come la ‘Canestra di frutta’, raro da vedere in mostra e prestito eccezionale della Pinacoteca Ambrosiana; il ‘Bacchino malato’ e il ‘Ragazzo con canestra di frutta’, nonché le tele del Maestro di Hartford, attribuite negli anni ’70 da Federico Zeri a un giovane Caravaggio, e la celeberrima ‘Fiasca spagliata con fiori’ del Maestro della fiasca di Forlì.

Newsletter

Guarda anche..

Accattone di Pier Paolo Pasolini

Evento Speciale “Accattone di Pier Paolo Pasolini” al Teatro Trastevere di Roma

Torna al Teatro Trastevere di Roma dopo il grande successo di “Fosse” della scorsa Stagione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi