Rifiuti di Roma a Pomezia. Le dichiarazioni del Sindaco Zuccalà

Adriano Zuccalà

In merito alle notizie pubblicate sulla stampa negli ultimi giorni relativamente a siti militari nel territorio di Pomezia indicati per ospitare centri per il trattamento dei rifiuti di Roma e un inceneritore, il Sindaco Adriano Zuccalà smentisce:

“Appena uscita la notizia abbiamo interpellato il Ministero della Difesa che non ha confermato questa presunta destinazione dei siti militari sul nostro territorio, aree che non sarebbero comunque adatte al trattamento dei rifiuti. Inoltre smentisco con forza l’ipotesi della costruzione di un inceneritore a Pomezia: fin quando sarò Sindaco impedirò con tutti i mezzi a mia disposizione la realizzazione di impianti di questo tipo. Pomezia ha investito tantissimo sulla raccolta differenziata che ha raggiunto il record storico del 70%. Percorriamo da anni la strada della gestione virtuosa dei rifiuti e i risultati lo dimostrano. C’è bisogno di una politica che riesca a pensare organicamente alle difficoltà in fatto di gestione dei rifiuti e che lavori per ridurre a monte la produzione di rifiuti”.

Guarda anche..

Pomezia, inaugurata l’Officina dell’Arte e dei Mestieri

Taglio del nastro ieri mattina per l’Officina dell’Arte e dei Mestieri della Città di Pomezia, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi