Home | IN News | In Cultura | Stanislao Nievo, la fondazione dona l’intera opera dello scrittore alla biblioteca comunale

Stanislao Nievo, la fondazione dona l’intera opera dello scrittore alla biblioteca comunale

L’intera opera letteraria di Stanislao Nievo da oggi è parte integrante del fondo storico della biblioteca comunale “Feliciano Iannella” di Sabaudia, grazie alla donazione effettuata dalla Fondazione Ippolito e Stanislao Nievo e depositata ufficialmente nella mattinata di ieri nell’ambito della presentazione degli atti delle Giornate di Studio 2018 “Stanislao Nievo scrittore- giornalista e il giornalismo degli scrittori” e della inaugurazione della mostra dal titolo “Stanislao Nievo Fotografo. Ritratti, natura, civiltà”.

I fruitori della biblioteca e gli studenti delle scuole di Sabaudia, avranno così a loro disposizione tutta la produzione letteraria dello scrittore, legato da un sentimento di stima e affetto alla città e alla sua comunità.

All’evento, al quale hanno preso parte alcune classi del Liceo Marconi, hanno partecipato la signora Consuelo Artelli Nievo, presidente della Fondazione Nievo e moglie di Stanislao, la dottoressa Mariarosa Santiloni, segretario generale della Fondazione Nievo, e i professori universitari Angelo Favaro e Rino Caputo. A far gli onori di casa il sindaco Giada Gervasi, il consigliere con delega ai percorsi culturali Francesca Avagliano e Ilaria Pallocchini, presidente dell’associazione Sabaudia Culturando, promotrice dell’iniziativa insieme all’Amministrazione comunale e alla Fondazione Nievo.

“La donazione dell’opera di Nievo impreziosisce ancor di più il fondo storico e il catalogo della biblioteca comunale e contribuisce a rinsaldare il rapporto che i grandi scrittori del Novecento hanno avuto con Sabaudia e la sua comunità – ha commentato il sindaco – Ringrazio la Fondazione Nievo per questo importante dono e per l’attenzione che sempre riserva alla nostra città e l’associazione Sabaudia Culturando per l’organizzazione dell’evento. Un sentito grazie anche al consigliere comunale Francesca Avagliano e al caposettore Sara Macera per l’impegno profuso nella promozione della cultura nelle sue diverse declinazioni”. 

La mostra “Stanislao Nievo Fotografo. Ritratti, natura, civiltà” è visitabile, ad ingresso gratuito, fino al prossimo 21 gennaio.

Abstract mostra

Nell’anno in cui si celebrano i 180 anni della nascita ufficiale della fotografia, avvenuta a Parigi nel 1839, la Fondazione Nievo ha scelto Sabaudia per la prima Mostra fotografica di Stanislao Nievo, che raccoglie tutti i temi dei suoi scatti, perché lo scrittore e fotografo aveva un legame particolare con la città, l’aveva vista nascere.

Per Stanislao Nievo la fotografia è stata una grande passione ma anche un vero e proprio linguaggio narrativo, molte delle foto esposte sono già apparse a corredo, e allo stesso tempo quale sintesi e cuore, degli oltre settecento articoli e reportage da ogni parte del mondo, nelle Enciclopedie e anche in qualche libro. A parte i ritratti che hanno avuto mostre nelle più famose gallerie di Roma, Firenze, Milano e Torino.

Guarda anche..

Di seguito le precisazioni del sindaco Gervasi riguardo il “Patto per Sabaudia”

Ancora una volta una semplice comunicazione diviene occasione di strumentalizzazione politica. Mi spiace deludere chi …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi