Inaugurata la nuova Piazza del Popolo, il Sindaco Coletta: «Una grande emozione, qui c’è la storia di ognuno di noi»

Si è svolta questa mattina la cerimonia di inaugurazione del nuovo giardino di Piazza del Popolo, un progetto di riqualificazione eseguito dall’Assessorato a Decoro, Manutenzione e Patrimonio, Lavori Pubblici. Davanti alle massime autorità cittadine sono intervenuti il Sindaco Damiano Coletta e l’Assessore Emilio Ranieri, quindi – una volta effettuato il taglio del nastro – i presenti hanno potuto fare un tour della nuova piazza accompagnati dal Dirigente del Servizio Decoro, Micol Ayuso, che ha fornito alcune interessanti spiegazioni sui lavori eseguiti.

Le parole del Sindaco Coletta: «Questa mattina percepisco l’emozione dei cittadini ed è la stessa che provo anche io. Ringrazio l’Assessorato al Decoro e tutti coloro che hanno lavorato al progetto di riqualificazione per l’impegno, la competenza e il senso di responsabilità che hanno dimostrato nell’eseguire un intervento così significativo per la nostra città. Grazie anche all’Architetto Antobenedetto che ha donato il progetto. Questo intervento si ispira all’idea originale della piazza elaborata dall’allora capoufficio tecnico del Comune Pierluigi Bossi, in arte Sibò, tra l’altro noto pittore futurista. Dunque è un cerchio che si chiude, anche dal punto di vista storico. Restituiamo a questo luogo la sua centralità: nella piazza da sempre la comunità si incontra, vive i momenti di gioia e si riconnette. E questa piazza è amata da tutti, perché qui per ognuno di noi, per un motivo o per un altro, c’è la nostra storia».

Guarda anche...

damiano coletta - antimo di biasio

Antimo di Biasio:“Sport ed economia, due pilastri sociali che a Latina possono andare a braccetto”

“ “Quanto è stato bello vedere, in questi giorni, la tribuna ospiti dello stadio Francioni …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.