Coronavirus: Bella (M5S) “Anche se i casi aumentano ecco perché dobbiamo mantenere la calma.”

“Nella serata di ieri ho appreso della chiusura di un ulteriore scuola nel Comune di Pomezia, la E. Pestalozzi di Torvaianica. Sembra che i casi si “moltiplichino” ma la situazione va affrontata con razionalità e senza inutili allarmismi. I casi riscontrati nei comuni di Pomezia e Fiumicino sono tutti riconducibili ai due focolai della cosiddetta “zona rossa”. La circolazione del COVID-19 è avvenuta prima che fosse emessa la quarantena. Nulla di nuovo quindi. Inoltre è ormai appurato che se si circoscrivono tempestivamente le persone malate il corano virus non si diffonde.” – Rassicura il Deputato e prosegue – “Il Covid-19 non un banale raffreddore ma neppure la Morte Nera. L’80% delle persone guarisce senza aver bisogno dei medici ed è presumibile che molti non sappiano neppure di averlo, tanto sono lievi i sintomi. Le persone più colpite sono gli anziani e quelle con patologie pregresse. Voglio far notare che se i casi passano da 1 a 6, con un incremento di 5, non abbiamo la percezione di un’epidemia, mentre quando si passa da 1000 a 1500, con un incremento di ben 500, la maggior parte delle persone si mette in allarme. In realtà, è il primo caso quello che dovrebbe generare molto più timore, perché si ha un incremento del 600%, nel secondo solo del 50%, ovvero ben dodici volte di meno. Non basiamoci sui numeri assoluti perché non sono una reale misura del problema. L’esperienza nella Repubblica Popolare Cinese ci dice che la quarantena potrà pure essere seccante per chi la subisce, ma funziona per ridurre i contagi.”- Conclude l’ex Professore universitario di chimica – “Al momento, il motivo principale per contenere il virus è quello di evitare di sovraccaricare il sistema sanitario nazionale. Per un vaccino ci vorranno ancora diversi mesi, ma i medici stanno già testando molti farmaci antivirali. Bisogna avere calma, fiducia e niente allarmismo. Tutti insieme ne verremo fuori prima possibile”

Guarda anche..

covid

Aggiornamento Coronavirus, nuova ordinanza della Regione Lazio

Dal 29 maggio aperte terme e centri benessere, dal 3 giugno corsi, stage e centri …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi