Limitazione degli orari per le attività di somministrazione di alimenti e bevande

L’ordinanza del sindaco Gervasi: “Continuiamo a mantenere alta l’attenzione non vanificando gli sforzi e i sacrifici finora fatti”

È stata pubblicata l’ordinanza sindacale (n. 27 del 23 maggio 2020) per la limitazione degli orari dei pubblici esercizi di somministrazione alimenti e bevande e delle attività artigianali con consumazione sul posto. Bar, ristornati, pizzerie, pub, gelaterie, pasticcerie ed esercizi affini, dovranno aprire e chiudere le attività in orari compresi tra le 5.30 e le 00.30, tutti i giorni della settimana, sia per la somministrazione sul posto sia per l’asporto.
La predetta ordinanza ha validità su tutto il territorio comunale ed è stata emessa in considerazione della necessità di adottare misure precauzionali per garantire la sicurezza in ordine al rischio di contagio da Covid-19, venendo incontro al contempo alle necessità degli operatori commerciali. Alla base dell’atto un ragionamento congiunto e condiviso tra tutti i sindaci della provincia di Latina, ognuno dei quali sta provvedendo alla pubblicazione del proprio provvedimento.
Il sindaco Giada Gervasi: “Queste disposizioni sono necessarie per permettere un graduale ritorno alla normalità evitando possano ripresentarsi picchi di contagi che costringerebbero a tornare ad un nuovo periodo di lockdown, con gravi conseguenze non solo per la salute pubblica ma anche per tutto il tessuto socio-economico della città. Pertanto non vengano viste come una limitazione alla libertà personale o all’attività commerciale, bensì come la necessità imprescindibile di continuare a mantenere alta l’attenzione e di non vanificare gli sforzi e i sacrifici finora fatti, sia in termini di vite umane che di perdite economiche. Confido nel senso di responsabilità di cittadini ed operatori e rinnovo l’invito al rispetto del distanziamento sociale, anche nei locali, e all’uso delle mascherine. La situazione, seppur costantemente monitorata e in completo miglioramento, ancora presenta contagi. Questo, più di prima, non è il momento adatto per allentare la presa e far finta che nulla sia successo”.

Guarda anche..

comune sabaudia

Sabaudia. Centro diurno, gli utenti fanno ritorno nella sede originaria

Gli utenti del Centro diurno di Sabaudia sono tornati nella sede originaria: da oggi le …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi