De Castro: Via libera 212 milioni a Italia per catastrofi

Accelerato voto in commissione Bilancio, a giugno decisione Assemblea plenaria

“Non può aspettare la solidarietà europea alle regioni italiane e europee colpite da catastrofi naturali. Per questo, come commissione Bilancio del Parlamento europeo abbiamo dato immediatamente il via libera, all’unanimità e senza discussione, oggi a Bruxelles, al contributo del Fondo di solidarietà europeo di 279 milioni di euro – di cui 211,70 vanno all’Italia – per assistere i cittadini di Italia, Spagna, Portogallo e Austria colpiti da inondazioni e alluvioni nel 2019”. Lo annuncia Paolo De Castro, relatore S&D in commissione Budget del Parlamento europeo per la proposta di mobilizzazione del Fondo di solidarietà verso questi Stati membri.

“Per l’Italia i fatti risalgono a fine ottobre e a novembre 2019 quando è stata colpita da nord a sud da eventi climatici estremi che hanno causato gravi danni con alluvioni e frane. Abbiamo ancora negli occhi – dice l’eurodeputato PD – l’inondazione di Venezia o la disgregazione di interi pendii e aree nelle colline bolognesi. Per questo il nostro voto di oggi vuole essere un ulteriore segnale della vicinanza dell’Europa a tutti i cittadini che possono ottenere assistenza tramite il Fondo di solidarietà dell’Unione europea. Data l’emergenza attuale, aggravata dalle conseguenze della crisi del coronavirus, la nostra preoccupazione come Parlamento europeo è stata quella di accelerare la procedura di decisione per l’erogazione dei finanziamenti”.

“Dopo che il Consiglio dei ministri europei ha approvato la decisione nei giorni scorsi, il Parlamento europeo – conclude De Castro – darà l’avallo definitivo nell’Assemblea plenaria di giugno. In questo modo, i fondi potranno giungere in tempi brevissimi alla aree più colpite”.

Guarda anche..

nicola procaccini

Agricoltura, Procaccini: “Nuove risorse per salvaguardare la sovranita’ alimentare dell’Europa ”

“L’accordo raggiunto sul rinvio di due anni della nuova Politica agricola comune (Pac), che entrerà …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi