Un Premio letterario al Cocomero pontino

In questo periodo estivo le strade pontine vengono spesso attraversate dai rumorosi trattori che sono carichi di angurie, note anche con il toponimo di cocomeri. Alla resa dei conti, la zuccherosa e fragrante frutta si caratterizza particolarmente per le diverse doti che contiene al suo interno compresa la golosità che questo frutto riesce ad esprimere grazie alle diverse proprietà che conserva al suo interno. Appartenente alla famiglia delle Cucurbitacee, va in maturazione nei mesi di giugno-settembre, per cui risulta come un frutto tipicamente estivo. Si caratterizza per essere molto presente sulle tavole del bacino del Mediterraneo e nel contempo per avere un elevato contenuto d’acqua, pari a oltre il 90 % dell’intero frutto. Sul piano terapeutico produce il licopene, che è una sostanza antiossidante e perciò utile nella prevenzione dei tumori.
A seguito delle diverse proprietà che conserva in questa stagione ne è scaturito un significativo progetto con l’intento di valorizzare il potenziale dell’anguria, risorsa di rilievo dell’Agro Pontino, anche in vista dell’obiettivo della denominazione del prodotto IGP. E’ questo il percorso che hanno prescelto alcuni operatori del settore agricolo con lo scopo di realizzare una vera kermesse a premi dedicata al nobile prodotto che in questo periodo sta allietando le tavole dei frequentatori della terra pontina. L’idea è stata collegata alla scelta di selezionare dei lavori differenti collegati al mondo della cultura, e tra questi, Racconti brevi di max. 4mila battute (spazi inclusi), come secondo filone, la creazione di Poesie dedicate al cocomero, inoltre, come terza sezione, dei Video girati anche con i cellulari di non più di 80 secondi sempre sul tema del cocomero; nell’ambito del concorso, è stata stabilita una branca dedicata al filone della fotografia. Il Regolamento prevede che le opere iscritte al Concorso dovranno essere inedite e mai pubblicate in forma cartacea o digitale (e-book o web). Le opere dovranno essere inviate alla Segreteria del Premio dai partecipanti entro e non oltre il 14 agosto 2020, esclusivamente a mezzo e-mail all’indirizzo di posta elettronica premioletterariococomeropont@gmail.com.
“Il tesoro bianco rosso e verde dell’Agro Pontino”, grazie all’impegno di diversi esperti del settore, sarà al centro di un progetto qualificato rivolto alla diffusione di un frutto così gustoso e ricercato e gli stessi esperti presenteranno testimonianze dirette sul loro rapporto con il cocomero, su come lo hanno vissuto e su come lo stanno vivendo.
In questo ambito ci saranno interventi di personalità del mondo della cultura, dello spettacolo, del giornalismo, delle istituzioni, delle amministrazioni, dell’agricoltura, che porteranno la loro breve ma significativa conoscenza in materia. E’ Claudio Filosa, l’esperto della materia agricola che anche in questa circostanza sta organizzando le varie fasi del Concorso letterario.
E durante la cerimonia finale, che si terrà a Sabaudia, il 27 agosto 2020, si approfondirà la storia del prodotto agricolo.

Mario Tieghi

Guarda anche..

roberto ippolito

Terminato il bando del Premio letterario cocomero pontino

Lo scrittore Roberto Ippolito presiede la giuria chiamata a sancire i vincitori Sono stati 41 …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi