Medici sul piano regionale rifiuti

Piano regionale rifiuti, Medici : “Nel nuovo atto la conferma del lavoro fatto finora: un Ato coincidente con la Provincia e l’autosufficienza per l’intero ciclo”

“L’approvazione da parte del Consiglio regionale del nuovo Piano rifiuti è un importante passo avanti per la gestione di un settore fondamentale per i territori e soprattutto conferma totalmente la linea tracciata dalla Conferenza dei sindaci pontini e dal Tavolo ristretto nelle riunioni degli ultimi mesi”.
Lo dichiara il presidente della Provincia Carlo Medici commentando il via libera da parte del Consiglio regionale al documento di programmazione per i prossimi cinque anni.
“L’autosufficienza e l’economia circolare per favorire raccolta differenziata, riuso e riciclo dei materiali – sottolinea Medici – rappresentano punti fermi anche per il futuro del territorio pontino così come la suddivisione in cinque Ato per la gestione dei rifiuti urbani, coincidenti con i territori delle cinque province, che dovranno essere autonome nel trattamento e nello smaltimento, secondo i principi di autosufficienza e prossimità. Questo è infatti il percorso che come Provincia di Latina, in totale collaborazione con i sindaci, abbiamo seguito con l’idea di dare al nostro territorio la totale autonomia nella gestione del ciclo dei rifiuti individuando di comune accordo i siti dove collocare gli impianti. Il Piano regionale ha peraltro stabilito la coincidenza fra il perimetro del territorio provinciale e quello dell’Ambito Territoriale Ottimale con il conseguente reinserimento nell’Ato di cinque Comuni del sud Pontino vale a dire Gaeta, Castelforte, Minturno, SS. Cosma e Damiano e Spigno Saturnia.
Il Piano regionale tutela inoltre alcune aree del nostro territorio già gravate da impianti stabilendo che nella localizzazione dei nuovi impianti di ciascun Ambito Territoriale è necessario garantire un criterio di omogeneità, in modo da non determinare carichi ambientali eccessivi laddove la capacità di trattamento degli impianti soddisfi il fabbisogno dell’intero Ambito. Come Provincia e in totale sinergia con tutti i Comuni – conclude il presidente – continueremo a lavorare per arrivare a definire l’intero quadro nel più breve tempo possibile”.

Guarda anche..

Caso Loas

Caso Loas all’attenzione della Commissione sviluppo del territorio

Si è tenuta ieri mattina la Commissione per lo Sviluppo e la Tutela del Territorio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi