Maraini, Malagò, Genovese, Biagiotti, Laurito ecco i testimonial della Guida del Circeo

Il nuovo volume dedicato al Parco Nazionale del Circeo esplora sapori, prodotti, sentieri e tesori archeologici
tra itinerari, storie e interviste a personaggi del cinema, dello sport, della cultura e dello spettacolo
Da venerdì 14 agosto in edicola (10,90 euro + il prezzo del quotidiano) e in libreria (13,90 euro)
«Mi piace, fu fatta da architetti che erano grandi progettisti al di là del fascismo, una città disegnata con intelligenza, molto moderna, con giardini, verde, divisa bene, un’architettura umanistica che non segue un’idea di consumo e mette al centro l’essere umano». Un’appassionata intervista alla scrittrice Dacia Maraini sul suo rapporto con Sabaudia, vissuta a stretto contatto con Pier Paolo Pasolino ed Alberto Moravia, è l’articolo d’apertura della Guida di Repubblica dedicata al Parco Nazionale del Circeo, lo straordinario enclave territoriale alle porte di Roma raccontato attraverso decine di passeggiate ed itinerari, tra paesaggi naturalistici, siti archeologici, percorsi di trekking e le interviste a dieci testimonial d’eccezione, dal regista Paolo Genovese all’attrice Elena Sofia Ricci, da grandi nomi del mondo dello sport come Giovanni Malagò e il campione della pallavolo Andrea Giani a star dello spettacolo e del costume, da Marisa Laurito a Lavinia Biagiotti, da Frida Giannini a Manuela Arcuri, fino a donne di cultura come Nori Corbucci e Manuela Fiorini de Rensis.
Così attraverso i capitoli della Guida il Circeo si svela in ogni suo aspetto, dalle dune alla foresta, dal mare ai laghi, dalla fauna alla flora: «Un paradiso tra Roma e Napoli che da migliaia di anni rappresenta uno dei luoghi più belli del mondo, un parco che viene voglia di definire un dono del creato e che noi ci onoriamo di raccontare in questa Guida che si aggiunge alle altre di un prestigiosa collana dedicata ai più bei parchi d’Italia», scrive il direttore delle Guide di Repubblica, Giuseppe Cerasa, nella sua introduzione al volume. «Un parco forte del passato, che guarda al futuro sostenibile di questi territori. Concretamente. Dove il vincolo della tutela di questo capitale naturale e culturale diventa opportunità per uno sviluppo esclusivo e per la promozione delle sue bellezze», scrivono poi, nella loro presentazione congiunta, Antonio Ricciardi, Presidente dell’Ente Parco Nazionale del Circeo, e Paolo Cassola, Direttore dell’Ente Parco Nazionale del Circeo.
E allora sfogliando le pagine della Guida si susseguono sezioni ricche di fascino. Gli Itinerari culturali si muovono infatti sulle orme di grandi personaggi che nel passato hanno amato questi territori, da Anna Magnani a Johann Wolfgang von Goethe, mentre il capitolo “Il Parco e il cinema” ripercorre i set celebri che sono stati allestiti qui, dal dopoguerra ai giorni nostri, da Ben Hur sul lago di Fogliano alle pellicole di Alberto Sordi e Lina Wertmüller, fino al recente “L’amico di famiglia” di Paolo Sorrentino. L’ampia sezione “Il Parco” inoltre passa in rassegna le peculiarità uniche di quest’area, dalla possibilità di birdwatching al mosaico di ambienti diversi, mentre nella sezione “Il Monte Circeo” sono esaminati i vari sentieri che attraversano il mitologico promontorio, fino alla vetta panoramica. E se gli Itinerari naturali sono delle passeggiate nella foresta, lungo il cordone dunale o tra le affascinanti zone umide, Storia e archeologia è il capitolo che conduce i lettori alla scoperta di reperti unici al mondo come la Villa di Domiziano, le Mura ciclopiche, il monastero dell’isola di Zannone e la Grotta Guattari.
“Feste e Festival” è invece la sezione che passa in rassegna tutte le kermesse che si svolgono nel territorio del Parco durante le quattro stagioni dell’anno, tra teatro, musica, cinema, letteratura, attività sportive ed escursioni. A seguire, “Il Parco dei sapori” è il capitolo che celebra i prodotti enogastronomici d’eccellenza frutto di questa terra, tra cui il kiwi giallo, la carne di bufala, il finger lime, l’anguria pontina e lo zafferano. Non mancano ovviamente i consigli su dove mangiare, dove comprare e dove dormire nei comuni del Parco (Sabaudia, San Felice Circeo e Latina, oltre all’isola di Zannone) e nei dintorni del Parco (Terracina, Pontinia), con decine di segnalazioni di ristoranti, trattorie, pizzerie, aziende agricole, botteghe del gusto, hotel, b&b e dimore di charme. Completano infine il volume la sezione dedicata ai Produttori di vino e “Il Parco in cucina”, un vero e proprio ricettario in cui dieci abitanti del parco svelano passo passo i segreti per preparare piatti tipici, come le anguille alla brace e lo stracotto di bufalina.

Guarda anche..

Daino

Sabaudia. La fauna del Parco deve essere gestita

Il Sindaco di Sabaudia, quale autorità sanitaria e di pubblica sicurezza, nella giornata di ieri …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi