appia day 2020

In occasione dell’Appia Day 2020 più di cento gli eventi organizzati, da Roma a Brindisi

In occasione dell’Appia Day 2020 saranno più di cento gli eventi organizzati, da Roma a Brindisi, per celebrare il fascino della “Regina Viarum”, la nostra Appia antica. A Minturno, con il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività culturali e per il Turismo, saremo insieme alla Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio Frosinone Latina Rieti, a Legambiente Circolo Verde Azzurro Sud Pontino e al Sinus Formianus.
“Riteniamo con convinzione, che l’adesione di quest’anno sarà veramente speciale – affermano il Sindaco Gerardo Stefanelli e l’Assessore alla Cultura Mimma Nuzzo – in quanto saranno presentati, per la prima volta, i risultati degli scavi archeologici finanziati dal Ministero su progetto presentato dalla stessa Soprintendenza nell’area di proprietà del Comune di Minturno, al confine con il Comprensorio Archeologico demaniale. Questi risultati costituiscono un valore aggiunto al nostro patrimonio e saranno un nuovo polo di attrazione culturale e turistico. Per questo, abbiamo ritenuto opportuno di dover contribuire anche finanziariamente alle attività programmate”.
La dott.ssa Giovanna Rita Bellini riferisce che gli scavi hanno riportato alla luce un interessantissimo tratto dell’antica via Appia, la scalinata di accesso al grande santuario urbano, già riportato in luce negli scavi degli anni ’30 del secolo scorso, e un grande complesso architettonico, identificabile come Augusteum, oltre a resti databili alla fine del I sec. a.C. e tanto altro.
Il delegato al turismo Giuseppe Pensiero, sulla scorta della folta partecipazione alle visite guidate al Comprensorio Archeologico di Minturnae, al sito di Pirae-Scauri vecchia e a Minturno capoluogo nell’estate appena trascorsa, si ritiene soddisfatto di aver proposto i percorsi guidati agli scavi dell’antica Minturnae, tant’è che, anche questa volta, in pochissimi giorni, si è registrato il quasi tutto esaurito. Tre saranno le giornate dedicate alle visite gratuite, della durata di un’ora, con gruppi di 20 persone alla volta. Si inizierà domenica 11, dalle 10 alle 13, per proseguire sabato 17 ottobre, dalle 15 alle 17, fino all’open day di domenica 18 ottobre, dalle ore 10 alle 13 e dalle 15 alle 17.30.
Le visite guidate saranno a cura della RTA Sinus Formianus e degli archeologi impegnati negli scavi.
Sarà previsto il senso unico a scendere lungo la via Ferdinando II di Borbone, già via Punta Fiume, per dare la possibilità di parcheggio e sarà presente il gruppo della Protezione Civile del Comune di Minturno.

Guarda anche..

minturno

Minturno. Nastro Rosa 2020

“Anche quest’anno l’Amministrazione Comunale – comunicano il Sindaco Gerardo Stefanelli e l’Assessore alla Cultura Immacolata …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi