top volley cisterna

La Top Volley Cisterna a porte chiuse domenica con Trento

Da opposto Szwarc scatena la curiosità in Canada

La partita in programma domenica prossima, primo novembre alle ore 18:00, tra la Top Volley Cisterna e Itas Trentino, verrà giocata a porte chiuse per le restrizioni imposte dall’ultimo DPCM valido fino al 24 novembre che prevede che gli eventi sportivi siano senza la presenza del pubblico. Non ci sarà quindi la possibilità di accedere al palazzetto dello sport di via delle Province a Cisterna, nemmeno nella misura ridotta così com’era avvenuto in occasione degli ultimi match.

La partita verrà trasmessa in diretta streaming a pagamento sulla piattaforma Elevensports.it e in replica sull’emittente Lazio Tv (ch 650) il martedì notte poco dopo la mezzanotte e su Gold Tv (ch 671) il martedì alle 14:00.

SZWARC – Intanto il nuovo ruolo di Arthur Szwarc, che da centrale sta giocando opposto per l’assenza di Giulio Sabbi, ha scatenato i social e i siti specializzati in Canada. In particolare Volleyballsource.ca, in un pezzo a cura di Everett Delorme, ha celebrato le ultime prestazioni del ‘Taglialegna’ con il titolo «Szwarc Becoming a Problem in Italy», in particolare la cosa che ha colpito molto oltre oceano è l’impatto che Szwarc sta avendo.

Considerando i suoi 207 centimetri di altezza parliamo di un giocatore che «è naturalmente esplosivo e ha dimostrato di poter giocare fisicamente con i migliori del mondo in un ottica Olimpica» inoltre il sito specializzato di pallavolo in Canada pone l’attenzione su quanto fatto nelle ultime tre sfide. «Al suo secondo anno alla Top Volley Cisterna, Szwarc ha totalizzato 52 punti nelle ultime tre partite da opposto. Questo cambio di ruolo ha funzionato, permettendo alla squadra di conquistare la sua prima vittoria della stagione 3-1 sul Monza dove il canadese è stato nominato MVP con 20 punti realizzati ed è entrato nella Top 20 della Superlega italiana».

Guarda anche..

top volley cisterna

La Top Volley Cisterna lotta per oltre due ore ma cede al tie-break

Kovac: «So in che condizioni siamo dopo questo lungo stop, i miei ragazzi non stavano …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi