Parlamento europeo

UEFA e Parlamento EU si impegnano a salvaguardare il calcio europeo

Il Presidente UEFA Aleksander Čeferin e il Presidente del Parlamento Europeo David Sassoli si sono incontrati oggi in videoconferenza e hanno sottolineato l’importanza che il calcio europeo gioca nella ripresa dell’Europa e nel raggiungimento degli obiettivi sociali. I due Presidenti si impegnano a lavorare insieme per promuovere l’inclusione e salvaguardare la solidarietà nel calcio europeo.

“Dalla promozione dei valori nell’educazione dei giovani a quelli dell’uguaglianza e della diversità fino alla lotta contro ogni forma di discriminazione, la UEFA e il Parlamento europeo condividono la visione del ruolo rappresentato dal calcio europeo come forza positiva” ha sottolineato il Presidente della UEFA. La discussione si è concentrata anche sulla necessità di un cambiamento sostanziale nella lotta contro il razzismo. La UEFA e l’UE lavoreranno insieme senza sosta nell’ambito del Piano d’azione europeo contro il razzismo 2020-2025.

Il Presidente Sassoli ha sottolineato l’importanza del calcio nel promuovere l’inclusione e nell’affrontare i pregiudizi. “L’Europa è unita nella diversità ma anche nell’amore per il calcio. Avvicina persone di diversa provenienza e unisce le comunità – cosa di cui abbiamo bisogno ora più che mai nella ricostruzione post COVID-19. Il Parlamento europeo è impegnato nella lotta contro il razzismo e lavorerà a stretto contatto con la UEFA per la definizione di progetti che affrontino i pregiudizi e promuovano l’inclusione”.

I due leader hanno concordato che, così come l’Unione Europea, anche il calcio europeo deve realizzare prosperità inclusiva e sostenibilità a lungo termine. Čeferin ha aggiunto che “la UEFA assicura che il successo commerciale del calcio europeo sia ridistribuito e reinvestito nel gioco e nella società – dal rafforzamento del calcio femminile alla costruzione di campi da gioco per le comunità locali a progetti innovativi di responsabilità sociale. Non dobbiamo trascurare ciò che questa crisi ci ha insegnato sull’importanza di continuare a costruire un modello di sport che promuova il calcio come divertimento per tutti e non solo come profitto per pochi”.

Il Presidente Sassoli ha aggiunto: “Questo è stato uno degli anni più difficili per il calcio europeo. I giocatori hanno visto i loro campionati cancellati o rinviati e i tifosi non hanno potuto assistere alle partite di persona. Con il lento ritorno alla normalità, dobbiamo tutelare il modello sportivo europeo, basato sulla solidarietà, sul coinvolgimento dei tifosi e sul rafforzamento delle comunità che condividono l’amore per il calcio e i valori dello sport. Questo contribuisce a creare un sentimento comune europeo. La UEFA ha un ruolo essenziale da svolgere nel proteggere l’integrità del gioco e nel garantire un beneficio per tutta l’Europa”.

“Il COVID-19 ci ha costretti temporaneamente a rinviare i festeggiamenti in occasione dei 60 anni del Campionato europeo, EURO2020, in un torneo che collegherà l’intero continente, ma la UEFA sta facendo il possibile per assicurare che il calcio continui a promuovere valori e a portare gioia a centinaia di milioni di persone in tutta l’UE” ha confermato Čeferin.

Il calcio è infatti il gioco per eccellenza dell’UE e il Parlamento europeo confida nella UEFA per ottenere il sostegno necessario per il coinvolgimento di ogni fascia della popolazione, in ogni continente e attraverso tutti i canali, nella Conferenza sul futuro dell’Europa. Le organizzazioni – insieme alla Commissione Europea e agli Stati membri – discuteranno su come il calcio europeo possa essere un alleato importante in questa iniziativa paneuropea

Guarda anche...

sara di giugno

All’HC Cassa Rurale Pontinia arriva Sara Di Giugno

All’HC Cassa Rurale Pontinia arriva Sara Di Giugno, giovane portiere che ha conquistato l’Europa con …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.