Top Volley Cisterna lotta con Trento ma cede 3-1

La Top Volley Cisterna cede 3-1 in casa dell’Itas Trentino ma la prestazione dei pontini è stata, probabilmente, una delle più aggressive della stagione: vittoria del primo set per Sabbi e compagni a cui si aggiunge il secondo parziale che è sfuggito via dalle mani solo ai vantaggi. Nel corso del match Trento ha ritrovato l’incisività al servizio (10 ace) forzando molto mentre a muro c’è stata una maggiore presenza dei padroni di casa con 12 muri punto contro i tre della Top Volley che hanno subìto anche in attacco (62% contro il 47%). Sono stati 21 gli errori al servizio del Cisterna che però ha piazzato anche 8 ace, mentre Sabbi con 17 punti (67%) è stato il miglior realizzatore dei pontini ma dall’altra parte della rete Abdel-Aziz ha chiuso il match con 25 punti (66%). Boban Kovac (Top Volley Cisterna): «Sono soddisfatto perché qualcosa di buono s’è visto, il secondo set poteva finire diversamente ma quando i nostri avversari hanno spinto al servizio le cose sono cambiate, poi purtroppo non siamo riusciti a fermare Abdel Aziz perché quando le palle che contano arrivano a lui è sempre efficace. Trento è entrata in campo un po’ sotto tono anche perché affrontava l’ultima squadra del campionato, noi abbiamo giocato meglio delle altre volte non avendo molto da perdere». Simone Giannelli (Itas Trentino): «Sapevamo che i nostri avversari avevano giocatori di alto livello e che potevano tirare fuori prestazioni buone proprio come hanno fatto oggi, noi abbiamo espresso una buona pallavolo». Marko Podrascanin (Itas Trentino): «In questa partita la Top Volley Cisterna ha dimostrato di non essere quello che dice la classifica, noi abbiamo iniziato così e così ma siamo stati sempre presenti e abbiamo lavorato molto con la difesa». Senza Seganov, impegnato in Israele con la sua Nazionale per le qualificazioni al campionato europeo, coach Boban Kovac ha schierato in regia Daniele Sottile opposto a Giulio Sabbi, laterali Gigi Randazzo e Kevin Tillie, che torna titolare dopo il problema alla caviglia che lo ha tormentato nelle ultime settimane, al centro Arthur Szwarc e Tobias Krick, libero Domenico Cavaccini. Dall’altra parte della rete Angelo Lorenzetti ha schierato Giannelli e Abdel-Aziz, in banda Lucarelli e Michieletto, centrali Podrascanin e Lisinac con Rossini libero. La Top Volley Cisterna inizia con grande determinazione e concentrazione e si prende il primo set (24-26) con Sabbi protagonista con sette punti e il 64% in attacco ma anche decisivo sull’ultimo punto visto che l’opposto di Zagarolo ha alzato un primo tempo a Krick addirittura schiacciando all’indietro da posto due e finendo sul seggiolone dell’arbitro (rischiando di farsi male) così il tedesco ha potuto chiudere il parziale al termine di uno scambio lungo. Equilibrio nel punteggio durante tutto il set (4-5, 9-10, 14-13) poi sul 16-16 il primo strappo per mano della Top Volley che arriva al +3 (16-19) con l’ace di Szwarc, una situazione che ha costretto anche Lorenzetti a chiamare il time-out per i padroni di casa. Trento non riesce a piazzare il break e la Top tiene il naso avanti approfittando di una battuta poco fastidiosa dei trentini: dal 21-23 al 22-24 Sabbi è protagonista con il cambio palla, Trento annulla due set point (con Nimir e Lucarelli) ma Cisterna non molla e si prende il set con Randazzo e Sabbi (24-25) fino al primo tempo acrobatico in combinazione Sabbi-Krick. La Top Volley lotta tantissimo anche nel secondo ma Trento riesce a spuntarla grazie ad Abdel-Aziz che è assoluto protagonista del finale di set con ben nove punti personali solo in questo parziale, tutti condensati nei momenti topici: ai vantaggi la spuntano i trentini 24-26. La Top Volley è sempre avanti in avvio (4-6, 7-9, 9-11) così sull’11-13 coach Lorenzetti interrompe il match chiamando il time-out ma le cose non cambiano e i pontini continuano a tenere il margine di vantaggio fino al 15-17 quando per Trento va al servizio Abdel-Aziz che trascina i suoi dalla linea dei nove metri fino al 18-17 capovolgendo di fatto la situazione. Sul 19-19 è ancora Abdel-Aziz a trovare lo spunto per riportare avanti Trento (20-19) e sul contrattacco Sabbi attacca out (21-19). Sul 22-20 Giannelli sbaglia il servizio (22-21) ma nell’azione successiva è ancora una volta Abdel-Aziz a concretizzare la ricostruzione con il mani-out che proietta Trento sul 23-21: la Top recupera (23-23) con Szwarc e Randazzo, così Lorenzetti chiama nuovamente il time-out e al rientro in campo la palla va nuovamente ad Abdel-Aziz che risolve la questione regalando il set point a Trento (24-23) poi Lisiniac sbaglia la battuta (24-24) così come Sabbi (24-25). L’ultimo punto è di Trento con Randazzo che attacca alla grande ma Lucarelli fa una difesa incredibile, Abdel-Aziz palleggia per Michieletto che chiude 24-26. Trento vince 25-20 ribaltando il match e portandolo sul 2-1. Ancora una volta caustico Abdel-Aziz (5 punti e 57% nel set) mentre la Top ha sbagliato sei volte dalla linea dei nove metri ma con tre ace, concedendo un po’ in attacco rispetto ai primi due set. Il terzo spicchio di gara si apre con due ace consecutivi di Tillie (0-2), poi Szwarc piazza un servizio vincente (2-5) con una palla corta e precisa così Lorenzetti si affida ancora al time-out. Cisterna ruggisce in avvio poi il match si stabilizza su un equilibrio totale dall’8-8 al 18-18 con una marea di cambi palla (10-9, 12-12, 15-15) senza che nessuna delle due squadre potesse piazzare uno strappo. Sul 20-19, per Trento, è ancora una volta Abdel-Aziz a togliere le castagne dal fuoco ai suoi con un attacco diagonale da posto due che vale il 21-19, Sabbi ricuce (22-20), Randazzo sbaglia il servizio (23-20) e Podrascanin trova l’ace del 24-20. Nello scambio successivo Krick non è incisivo con il primo tempo e sulla ricostruzione Abdel-Aziz chiude il discorso con il 25-20.  La Top Volley cede il quarto set 25-18 ma dimostra di poter creare problemi ai padroni di casa anche nell’ultimo spicchio di gara. Trento è sempre avanti spingendo tanto con il servizio tanto che fino al 10-6 ci sono quattro punti diretti dei padroni di casa (due di Abdel-Aziz e altrettanti di Giannelli), ma dalla linea dei nove metri sono sempre i padroni di casa a creare problemi alla ricezione dei pontini: si arriva al 15-10 con la Top Volley che non riesce a diminuire lo svantaggio. Kovac manda in campo Cavuto in diagonale con Tillie, ma Trento continua a premere molto e Cisterna si avvicina fino al 21-17 in un frangente in cui arriva anche un muro di Sottile e un ace del capitano della Top Volley. Abdel-Aziz riceve le palle decisive ed è suo il diagonale del 23-18, poi Sosa Sierra trova il mani-out (24-18) e Michieletto piazza l’ace decisivo che archivia il match con un missile in parallela da zona cinque verso uno. ITAS TRENTINO – TOP VOLLEY CISTERNA 3 – 1ITAS TRENTINO: Cortesia ne, Argenta, Michieletto 13, Sperotto, Rossini (lib.), Santos De Souza 13, Giannelli 3, Kooy ne, Bonatesta ne, Abdel-Aziz 25, Sosa Sierra 2, Podrascanin 8, Lisinac 12, De Angelis ne. All. LorenzettiTOP VOLLEY CISTERNA: Cavuto, Cavaccini (lib.), Sottile 3, Tillie 12, Rossato ne, Sabbi 17, Rossi ne, Onwuelo, Rondoni ne, Randazzo 11, Krick 2, Szwarc 12. All. KovacArbitri: Arbitri Roberto Boris (Pavia), Alessandro Rossi (Ventimiglia)Parziali: 24-26 (27′), 26-24 (30′), 25-20 (25′), 25-18 (26′)Note: Itas Trentino: ricezione 66% (43%), attacco 62%, aces 10 (err. batt. 22), muri pt. 12;Top Volley Cisterna: ricezione 48% (25%), attacco 47%, aces 8 (err. batt. 21), muri pt. 3.MVP: Abdel-Aziz (Itas Trentino)

Guarda anche...

daniele sottile

La Top Volley saluta Daniele Sottile dopo undici anni

Dopo undici anni la Top Volley saluta il suo capitano e palleggiatore Daniele Sottile. Quello …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.