HC Cassa Rurale

L’HC Cassa Rurale torna da Bressanone con un solo punto

L’HC Cassa Rurale Pontinia raggiunto solo all’ultimo respiro dal Brixen. Bianchi: «Bellissima partita ma meritavamo i due punti, come all’andata». Nasta: «Orgoglioso delle mie giocatrici»

L’HC Cassa Rurale torna da Bressanone con un solo punto. In casa del Brixen, seconda forza della serie A Beretta femminile, il massimo campionato di pallamano, la formazione pontina di coach Giovanni Nasta è stata riacciuffata all’ultimo respiro (23-23) dal gol di Giada Babbo che ha pareggiato in extremis proprio come all’andata: stessa situazione con il Pontinia avanti fino a pochissimi secondi dalla fine, raggiunto sempre dalla stessa giocatrice. Alla luce di questo risultato il Pontinia del presidente Mauro Bianchi sale a 16 punti in classifica con 14 match giocati, al sesto posto della graduatoria con gli stessi punti di Mestrino (13 match giocati) e di Ariosto Ferrara (15 match giocati), mentre al quarto posto c’è l’Erice con 24 punti e 16 partite disputate.

«Nelle partite di pallamano può succedere di tutto ma io ho visto un grande HC Cassa Rurale Pontinia che meritava la vittoria, invece è arrivato ancora un pareggio contro il Brixen, lo stesso punteggio della gara di andata e ancora un punto perso come all’andata, non lo reputo un punto guadagnato – chiarisce il presidente Mauro Bianchi – Purtroppo per impegni di lavoro non ho potuto seguire la squadra a Bressanone ma ho seguito la partita in streaming e ho visto una bellissima partita: siamo una grande squadra e meritavamo di vincere. Dobbiamo gestire meglio alcune situazioni di gioco e migliorare le nostre prestazioni mantenendo forza, determinazione e coraggio fino alla fine, bisogna lavorare senza mollare mai, dobbiamo credere in noi stessi essere orgogliosi di quello che stiamo facendo e non lasciarci sfuggire più nessuna occasione che arriverà da qui in avanti».

Il coach Giovanni Nasta è soddisfatto dell’atteggiamento e guarda il bicchiere mezzo pieno. «Sono orgoglioso delle mie giocatrici perché ci hanno messo il cuore e hanno avuto la capacità di trasformare in positivo anche i momenti in cui avevamo difficoltà, hanno prodotto un capolavoro di intensità difensiva cambiando tatticamente, in maniera repentina, quando necessario e sono state capaci di adattarsi a un avversario sicuramente più esperto e scaltro – aggiunge il coach – Alla fine non siamo stati sicuramente fortunati, ma questo m’interessa poco perché sono sempre più orgoglioso di questo gruppo che sta diventando sempre più squadra, sul campo sono guerriere e adesso pensiamo a battere il Cellini Padova che arriva da due vittorie e poi testa a Salsomaggiore per le finali di Coppa Italia, un importante obiettivo stagionale centrato».

Il Pontinia ha iniziato con determinazione e precisione crescendo dal vantaggio di 2-5 al 3-6 con grandi interventi del portiere Bordon e un palo centrato da Podda che poteva valere il 3-7. Il Brixen accorcia e sul 5-6 e coach Nasta chiama il time-out per parlarci sopra. Al ritorno in campo Barbosu e implacabile per il 5-7 al 14’ poi ancora Bordon e Squizziato in evidenza (6-8). Al minuto 20 arriva il primo vantaggio del Brixen (9-8) dopo un break di due gol su altrettante palle perse dal Pontinia. Entra la Put e trova il gol del 12-11, poi nel finale di primo tempo con le padrone di casa avanti 15-11 con Babbo, prima Barbosu e poi Podda vanno a segno inchiodando il parziale sul 15-13. Si torna in campo e Podda fulmina il Brixen (15-14) poi due gol in sequenza delle padrone di casa (17-14) ma ancora Out accorcia (17-15), Franceschini para il rigore, Bordon para praticamente tutto e Bassanese impatta sul 17-17. Gli ultimi cinque minuti sono infuocati: Put trova il 20-21 poi Squizziato è protagonista sul 20-22 ma prima Abfalterer e poi Babbo rimettono il match in parità (22-22), in doppia superiorità numerica, cioè sette contro cinque e gestita magistralmente, ma non è finita perché Squizziato realizza il sette metri (procurato dalla giovanissima Conte entrata nella fase più calda della gara) che vale il 22-23 a 20 secondi dalla fine, Bordon è prodigiosa a cinque secondi dalla fine poi il Pontinia pasticcia e Babbo riesce con una magia a insaccare il 23-23 all’ultimo respiro proprio come all’andata.

SSV BRIXEN SUDTIROL – HC CASSA RURALE PONTINIA 23-23 (15-13 p.t.)
SSV BRIXEN SUDTIROL: Pruenster, Abfalterer 3, Babbo 8, Di Carlantonio, Durnwalder, Ghilardi 6, Hilber 1, Maurberger, Nothdurfter 2, Pernthaler, Poce, Vegni 3, Vikoler. All. Noessing.
HC CASSA RURALE PONTINIA: Bordon, Franceschini, Barbosu 4, Bassanese 2, Bellu, Bernabei 2, Conte, Di Prisco, Guidi, Milkovic, Podda 5, Put 4, Rueda, Squizziato 6. All. Nasta
Arbitri: Zancanella e Testa

Guarda anche..

HC Cassa Rurale Pontinia

HC Cassa Rurale Pontinia complicata trasferta di Nuoro

L’HC Cassa Rurale Pontinia torna in campo alla ricerca di conferme nella serie A Beretta …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi