sabaudia

Sabaudia. Il contrasto allo sciame di droni

Il Centro di Eccellenza antidrone impegnato nella ricerca di nuovi sistemi di contrasto alla minaccia di aeromobili a pilotaggio remoto.

Dal 25 gennaio al 5 febbraio, nel rigoroso rispetto dei protocolli legati all’emergenza sanitaria relativa al CoViD-19, ha avuto luogo presso il poligono militare di Foce Verde (LT) e l’Ufficio Tecnico Territoriale Armamenti Terrestri (UTTAT) di Nettuno (RM) un’attività di sperimentazione, promossa dal IV Reparto Logistico dello Stato Maggiore dell’Esercito, con le ditte SEASTEMA – FINCANTIERI, e VITROCISET – LEONARDO.

L’attività si prefiggeva l’obiettivo di individuare e verificare nuove soluzioni tecnologiche in grado di garantire elevati standard di sicurezza, determinati dall’attuale evoluzione della minaccia rappresentata dai Mini/Micro Aeromobili a Pilotaggio Remoto (M/M APR) con capacità di volo in formazione e/o sciame (cosiddetto swarm).

Nello specifico, l’esercitazione condotta dal Centro di Eccellenza a connotazione interforze C-M/M APR, guidato dal Colonnello Giorgio Cozzolino, ha consentito di verificare le capacità di individuazione del radar di sorveglianza OMEGA360 ottimizzato per la scoperta di tracce di superficie che volano a bassa quota e con ridotta radar cross section (RCS), caratteristiche tipiche di un micro drone, fino a 10 km e con indicazione di quota e capacità di classificazione. Successivamente sono state svolte attività indirizzate alla valutazione del livello di maturità delle tecnologie che abilitano il volo in formazione, sciame e guida autonoma dei droni (threat assessment ed exploitation di tali tecnologie a favore di unità della Forza Armata).

Infine, sono stati condotti alcuni test finalizzati alla verifica del grado di efficacia degli attuali sistemi C-M/M APR rispetto alla minaccia portata da uno sciame di droni e la definizione di nuovi requisiti operativi in grado di assicurare una difesa efficace.

L’attività di Directed study, in bianco, ha interessato anche il 17° reggimento artiglieria controaerei “Sforzesca”, il Gruppo Addestrativo del Comando Artiglieria Controaerei ed il 41° reggimento “Cordenons” della Brigata Informazioni Tattiche, evidenziando la capacità dell’Esercito di fare ”sistema” sia tra le diverse componenti della stessa sia con l’Industria nazionale.

Guarda anche...

comandante

Sabaudia. Conclusa la campagna lanci SAMP/T

Il 4° Reggimento Artiglieria Controaerei “Peschiera” con la campagna lanci SAMP/T 2021 termina il ciclo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.