roberto cecere

Il sindacato confederale incontra la nuova direttrice della asl di Latina

Cecere, cisl: «apriamo uno spazio di collaborazione per uscire da questa emergenza sanitaria»

Si è svolto ieri un incontro presso la Asl di Latina tra le confederazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil e la nuova Direttrice sanitaria della provincia pontina Silvia Cavalli. Durante quest’ultimo sono stati affrontati diversi argomenti: il Segretario Generale della Cisl di Latina Roberto Cecere ha avuto modo di porre all’attenzione della nuova Dirigente la situazione sanitaria del nostro territorio, a partire dalle problematiche relative al vaccino. Particolare interesse è stato rivolto alla fornitura delle dosi, dato che nella nostra Provincia l’organizzazione delle somministrazioni ai cittadini sta funzionando al meglio. È stato poi esposto alla Direttrice il nuovo accordo riguardante la distribuzione del vaccino nelle aziende ed è stata sottolineata inoltre la necessità di ampliare l’utilizzo degli anticorpi monoclonali ai pazienti affetti da Covid-19. Nella sua replica la Dirigente ha parlato di nuovi fondi provenienti sia dal Recovery Fund che dalla Regione; inoltre, la Dott.ssa Cavalli ha fornito anche informazioni riguardo al rafforzamento della struttura sanitaria del nostro territorio, la quale verrà attuata tramite la costruzione di due nosocomi, uno nella città di Latina e uno in quella di Formia; la Direttrice ha poi parlato di una nuova strategia per curare le malattie croniche nelle cosiddette case della salute, patologie che occupano grandi risorse sia a livello economico che di strutture; infine, la Cavalli ha aggiornato i presenti riguardo l’attività diagnostica a domicilio, la ristrutturazione e ampliamento del pronto soccorso di Formia e i lavori che verranno svolti presso l’ospedale Santa Maria Goretti di Latina – e cioè il raddoppio del reparto di rianimazione, l’incremento delle sale operatorie che diventeranno sette e i lavori nel reparto di cardiologia. La Direttrice Generale ha comunicato anche la notizia dell’inizio dei lavori di montaggio, nella giornata di domani, di una nuova Tac di ultima generazione a Terracina. L’incontro si è concluso con un grande senso di collaborazione: le confederazioni sindacali si sono congedate comunicando alla Dirigente che per quanto riguarda il personale medico e quello sanitario in generale potrà interfacciarsi in qualsiasi momento con le due federazioni di riferimento, la Cisl Medici e la Fp Cisl, le quali si occupano della cura del comparto insieme alle altre single confederali. «In questo incontro abbiamo potuto rilevare una grande disponibilità da parte del nuovo manager sanitario» ha asserito il Segretario Generale della Cisl di Latina Roberto Cecere, che ha poi proseguito: «I problemi sul campo sono tanti: non bisogna trascurare il momento in cui stiamo vivendo, un’era pandemica sconosciuta tanto al comparto quanto al Paese. Non possiamo abbassare la guardia: è necessario aumentare notevolmente le forniture di dosi di vaccino, visto anche il nuovo accordo che prevede la somministrazione di quest’ultimi direttamente nei posti di lavoro. Per quanto riguarda la cura dei malati, confidiamo molto sul monitoraggio da parte della Direzione nell’ampliamento delle cure con gli anticorpi monoclonali, in modo da alleviare la sofferenza e, con una pronta guarigione, liberando posti letto».

Guarda anche...

Ospedale-di-Latina

Piano vaccinale COVID 19: l’Assessore D’Amato in visita al S.M. Goretti

L’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato, accompagnato dalla DirettriceGenerale dell’Asl Latina, Dott.ssa Silvia …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.