aprilia

Aprilia. Nuove colonnine per la ricarica di veicoli elettrici

Sono state inaugurate questa mattina, ad Aprilia, le prime 28 colonnine per la ricarica di veicoli elettrici, installate da Be Charge e già funzionanti.

Il Sindaco di Aprilia, Antonio Terra, ha potuto infatti effettuare un sopralluogo insieme ai tecnici degli uffici comunali e all’Assessora ai Trasporti e ai Lavori Pubblici Luana Caporaso, presso le 15 postazioni in cui sono state posizionate le colonnine, per verificarne funzionalità e corretto funzionamento.


Le postazioni di ricarica si trovano in Via Mascagni, in Via Ugo La Malfa, in Via Zuara, Via dei Mille, Via Giuseppe di Vittorio, Via Nerone, all’interno del parcheggio di Via Aldo Moro, nel parcheggio del Cimitero comunale, in Via Bulgaria, Via Inghilterra, Via Fiume, in Piazza Benedetto Croce, nel parcheggio della Stazione Ferroviaria di Aprilia, a Campoleone presso la Stazione FFSS e nei pressi della frazione di Campoverde.


Ogni postazione comprende due colonnine con quattro punti di ricarica, ad eccezione di via Mascagni (dove la colonnina è una, ma con una potenza superiore alle altre) e presso la Stazione di Campoleone.


«Con i nuovi punti di ricarica per veicoli elettrici Aprilia si arricchisce di un’importante infrastruttura, che proietta il nostro territorio nel futuro – commenta l’Assessora Caporaso – si tratta di un’opportunità per i cittadini, che speriamo possa accompagnare la ripartenza post Coronavirus, all’insegna della sostenibilità ambientale e della scommessa tecnologica. Ringrazio la società Be Charge per aver colto subito questa possibilità ed aver scommesso sul nostro territorio. Si tratta chiaramente delle prime postazioni: spero che nel tempo se ne potranno affiancare altre».


«Il nostro piano di sviluppo – commenta Roberto Colicchio, Head of Business Development di Be Charge – è ambizioso: contiamo di installare circa 30.000 punti di ricarica sull’intero territorio nazionale nei prossimi 3-5 anni che erogheranno energia al 100% proveniente da fonti rinnovabili, per un investimento complessivo superiore ai 150 milioni di euro.

Il ruolo dei Comuni resta centrale per consentire tale sviluppo perché soltanto con la collaborazione delle amministrazioni territoriali, come avvenuto con quella di Aprilia, potremo realizzare l’infrastruttura di ricarica per veicoli elettrici necessaria al nostro Paese. Speriamo che siano tanti i Comuni che facciano le stesse scelte lungimiranti che ha effettuato l’amministrazione di Aprilia, che ha saputo cogliere i vantaggi di un piano di sviluppo per la mobilità sostenibile del futuro.

Noi siamo a disposizione per replicare progetti simili anche in altri comuni della regione».
Be Charge presente in modo capillare in tutta Italia
Be Charge interloquisce su tutto il territorio nazionale sia con amministrazioni pubbliche sia con soggetti privati (grandi e piccoli) con parcheggi ad accesso pubblico come la grande distribuzione organizzata (GDO), catene di ristorazione, hotel, centri sportivi, ecc. Seguendo i principi di affidabilità, interoperabilità, capillarità e resilienza, Be Charge punta ad installare la colonnina giusta nel posto giusto: Quick Charge da 22 kW nelle aree urbane e Hyper Charge fino a 300 kW DC nelle aree extraurbane di scorrimento.


Tra le varie installazioni Be Charge ha realizzato – e sta per installare – numerosi punti di ricarica (anche fast charge) in alcuni grandi comuni italiani come Torino (oltre 300 punti di ricarica), Milano (309), Roma (320), Bologna (216), Treviso (94), Parma (50), e Rimini (100). Nei parcheggi di interscambio dell’ANM di Napoli Be Charge installerà 120 stazioni di ricarica (240 punti di ricarica) con un bando privato-pubblico.

A testimonianza della capillarità della rete Be Charge, i comuni interessati dall’installazione di punti di ricarica sono i comuni di grandi, medie e piccole dimensioni, dal Centro-Nord (Tortona, Pesaro, Chieti, Pescara, Sassuolo), al Sud (Termini Imerese, Marsala, Monopoli, Cerignola), oltre che consorzi di comuni come il Consvipo, Consorzio per lo sviluppo del Polesine, I borghi più belli della Sicilia e i Comuni della Valle d’Aosta.


Come effettuare la ricarica
Per effettuare una ricarica alle stazioni di ricarica Be Charge è sufficiente installare e registrarsi sull’App «BeCharge» scaricabile gratuitamente dagli App Store Google Play e Apple App Store.

Attraverso l’App è inoltre possibile visualizzare la mappa di tutte le stazioni di ricarica Be Charge sul territorio, verificare la disponibilità in tempo reale e la tipologia di presa dei vari punti di ricarica, oltre che il prezzo in €/kWh erogato.

Il costo della ricarica verrà direttamente addebitato sulla carta di credito associata all’account dell’utente. Se il dispositivo è dotato di navigatore (Google Maps o Mappe di Apple) è inoltre possibile ottenere le istruzioni di guida per raggiungere le singole stazioni di ricarica. Una volta attivata la ricarica è possibile monitorarne l’avanzamento direttamente dall’App. Il call center è sempre disponibile 24/7 al numero 02-87119401.


A tutela dei propri clienti Be Charge raccomanda di seguire tutte le indicazioni e le prescrizioni previste da ISS in attività simili, sia prima di avviare una sessione di ricarica sia quando si è terminato il rifornimento, come ad esempio l’utilizzo di guanti mono-uso.

Be Charge è una società del Gruppo Be Power S.p.A. dedicata alla diffusione delle infrastrutture di ricarica per la mobilità elettrica. Be Charge sta sviluppando uno dei maggiori e più capillari network di infrastrutture di ricarica pubblica per veicoli elettrici in Italia per dare un contributo decisivo allo sviluppo di un sistema di mobilità sostenibile.

Grazie ad una piattaforma sviluppata internamente e tecnologicamente avanzata Be Charge è in grado di offrire un servizio di ricarica efficiente a tutti i possessori di veicoli elettrici, e di ricaricare su tutto il territorio nazionale.

Nell’ambito della filiera di settore, Be Charge riveste sia il ruolo di gestore e proprietario della rete di infrastruttura di ricarica (CPO – Charge Point Operator) che quello di fornitore di servizi di ricarica e mobilità elettrica che si interfaccia con gli utilizzatori di veicoli elettrici (EMSP – Electric Mobility Service Provider).

Tutte le stazioni di ricarica sono smart ed user-friendly, monitorate 24 ore su 24 da un help desk e accessibili tramite l’applicazione per dispositivi mobili BeCharge. Le stazioni di ricarica Be Charge sono di tipo Quick (fino a 22 kW) in corrente alternata, Fast (fino a 150 kW) o HyperCharge (superiori a 150 kW) in corrente continua Il piano industriale di Be Charge prevede l’installazione nei prossimi anni di circa 30 mila punti di ricarica che erogheranno energia al 100% green, proveniente da fonti rinnovabili.

Guarda anche...

bassiano

Comune di Bassiano. Progetto Murabilia

A Leone Toltoj la scuola primaria di Bassiano, affida la sintesi del lavoro di questo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.