biodiversità

22ᵃ Giornata mondiale della biodiversità promossa dal Club di Latina

Aria, acqua e terra, come salvaguardare l’ambiente in cui viviamo, per un mondo migliore

Si è svolta nel pomeriggio di sabato scorso (22 maggio) la 22ᵃ edizione della Giornata mondiale della biodiversità organizzata dal Club per l’Unesco di Latina.

L’incontro, nella nuova area attrezzata del Parco Vasco de Gama, sul Lungomare di Latina, ha visto la partecipazione di un’attenta platea che ha seguito la conferenza nonostante il vento.

Fra i relatori il delegato Lipu di Latina e operatore ambientale Gastone Gaiba che ha descritto le attività e l’importanza dell’Apicoltura Urbana, la biologa marina Maria Sveva Sciuto che ha catturato l’attenzione mostrando foto di fondali del nostro mare prima e dopo la pandemia, fermando l’attenzione sulle plastiche e sulle mascherine che stanno sostituendo, nel paesaggio marino, le meduse.

Si è parlato anche di riciclaggio dei rifiuti, la vice presidente dell’ABC Angela Verrengia, ha raccontato dell’importanza di differenziare i rifiuti in modo corretto e di come possono essere trasformati.

Con il dirigente del Parco Naturale Regionale Monti Ausoni e Lago di Fondi Raniero de Filippis, è stato analizzato la biodiversità e l’estensibilità dell’omonimo parco con sede a Fondi.

Il tema della Giornata Mondiale della Biodiversità “ per un mondo migliore” ha consentito di spaziare su più fronti e, il presidente del Club per l’Unesco di Latina Mauro Macale, ricordando l’attenzione che il nostro territorio dedica al tema, che si materializza nello scrigno di biodiversità naturale rappresentato dal Parco nazionale del Circeo sede MAB sin dal 1977, e l’ulteriore conquista recentissima di altri spazi compresi nel complesso di Villa Fogliano, si è soffermato successivamente a tratteggiare la questione degli impollinatori, anche in funzione delle nuove norme che sono attualmente in discussione al Parlamento UE.

In chiusura di intervento ha consegnato, nelle mani del sindaco di Latina Damiano Coletta la proposta di un documento per Patto per uno Sviluppo Urbano Sostenibile. «In questo pomeriggio abbiamo avuto il piacere di svolgere questa conferenza in presenza, la prima post lockdown, in una splendida location che coniuga e sintetizza il sistema della biodiversità tra mare e monti» ha concluso il presidente Macale.

Prossimo appuntamento con le attività “in presenza” del Club per l’UNESCO di Latina è per sabato 05 Giugno alle ore 9.30 con la Giornata Mondiale degli Oceani, presso il piano spiaggia, messa gentilmente a disposizione dall’ Hotel Tirreno a Latina Lido.

Guarda anche...

damiano coletta - antimo di biasio

Antimo di Biasio:“Sport ed economia, due pilastri sociali che a Latina possono andare a braccetto”

“ “Quanto è stato bello vedere, in questi giorni, la tribuna ospiti dello stadio Francioni …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.