nicola procaccini

Nicola Procaccini sulla vicenda dei migranti

“Mentre la UE è impegnata nelle trattative sul nuovo Patto per la migrazione, dalla Danimarca a guida socialista arriva uno a schiaffo ad ogni principio di solidarietà e accoglienza per i rifugiati.

Neppure chi realmente fugge da persecuzioni e violazioni dei diritti umani, potrà trovare riparo all’interno dei confini danesi.

Se questa linea fosse stata decisa in Ungheria o Polonia sarebbe stata subito invocata la violazione dello stato di diritto e bloccati gli aiuti economici per la ripresa di tali Paesi.

Nell’Unione Europea della prepotenza ideologica ai governi di sinistra è consentito persino di calpestare uomini, donne e diritti come non farebbe neanche il regime Kim Jung-un in Corea del Nord.

Nel nuovo Patto per la Migrazione e l’Asilo in discussione a Bruxelles, si sta cercando di scaricare tutto il peso dei flussi migratori sui Paesi UE di primo ingresso, come l’Italia.

Nello stesso tempo l’Italia deve sorbirsi lezioni di solidarietà e accoglienza da parte di Stati preoccupati solo del rischio che qualche migrante, una volta sbarcato sulle nostre coste, possa trovare il modo raggiungere il nord Europa.

Una volta di più è stato svelato il gioco sporco sull’Immigrazione delle sinistre, ammantato da parole vuote e ipocrite”.

Lo afferma l’europarlamentare di FDI-ECR, Nicola Procaccini, delegato per le trattative sulla riforma del Trattato di Dublino

Guarda anche...

Parlamento europeo

Vaccini COVID-19: Il Parlamento chiede la revoca temporanea dei brevetti

Accordi volontari di licenza, trasferimento di competenze e tecnologia Appello a Stati Uniti e Regno …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.