di cocco

Di Cocco sul finanziamento negato della Regione Lazio al Comune di Latina

«Gli ennesimi fondi persi dall’amministrazione Coletta, relativamente al litorale, rappresentano la scarsa capacità di questa classe dirigente e soprattutto, la poca considerazione per un’area importante e strategica per l’intera città di Latina».

Lo afferma il portavoce comunale di Fratelli d’Italia Gianluca Di Cocco, che commenta così il finanziamento negato al Comune di Latina da parte della Regione Lazio.

«Non è la prima volta che si perdono soldi, e oggi rinunciare a risorse extra significa ingessare la crescita della città, dal momento che con i soldi del bilancio comunale disponibili si può fare poco o nulla. In questi anni Latina Bene Comune, con la sua approssimazione e incapacità amministrativa, ha arrecato danni ingenti allo sviluppo della marina di Latina.

Si è iniziato a sbagliare sin da subito, quando è apparso chiaro che non esisteva pianificazione per lo sviluppo. Si è proseguito perdendo i fondi esterni per la crescita del lido e, con l’approvazione di Piani di Utilizzazione degli Arenili che invece di puntare allo sviluppo e alla crescita dei servizi e dell’offerta, ha prodotto la cristallizzazione dell’attuale stato delle cose, senza cambiare praticamente nulla.

Per non parlare poi del ripascimento: dopo settimane di stop i lavori sono ripresi oggi, a stagione ampiamente avviata, con notevoli tratti di spiaggia chiusi al pubblico.

Oltretutto, questo genere di intervento come sappiamo è solo un palliativo che non servirà a risolvere il problema erosione, il quale si ripresenterà tra non molto. Tutto questo è figlio di una mancata programmazione, dell’improvvisazione, dell’assenza di visione da parte di chi amministra rispetto a quello che deve essere l’indirizzo e il destino del lungomare della città».

Non tutto è nero però, sul futuro del lungomare. «Per fortuna – spiega Gianluca Di Cocco – ci sono imprenditori che hanno deciso di investire sul lido di Latina, di scommettere sulla crescita e sull’offerta per i clienti e potenziali turisti. Investimenti a cui la futura amministrazione comunale dovrà dare sostegno proprio in termini di visione e programmazione.

Tante sono le cose da fare, dalla viabilità con il progetto di via Massaro che dovrà essere strategico per sollevare dalla morsa del traffico, paralizzato anche in considerazione della ormai storica chiusura del Mascarello, alla riqualificazione integrale del lungomare e la rivisitazione del PUA.

Il nostro lido rappresenta una risorsa mai valorizzata a dovere. È compito della politica intervenire, modificare le norme laddove non funzionano e garantire alla città un futuro di crescita e prosperità, con servizi adeguati e degni davvero della Bandiera Blu».

Guarda anche...

latina

Latina. Al via l’allestimento del Villaggio di Natale 2021

Sono iniziate le operazioni di montaggio delle 35 casette che a partire dall’8 dicembre animeranno …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.