fai latina

Presentazione del Gruppo Giovani del Fai di Latina

Un vero e proprio debutto in società quello del Gruppo Giovani del Fai di Latina, presentato ufficialmente ieri pomeriggio nel “Giardino contemporaneo” del Comune di Latina, alla presenza tra gli altri del Sindaco, Damiano Coletta e del Presidente Regionale del Fai, Giuseppe Morganti.


“Abbiamo deciso di sposare una causa, di accettare una sfida difficile: cambiare la prospettiva della nostra città, che agli occhi dei giovani appare purtroppo come uno spazio povero di stimoli, da cui partire per cercare fortuna altrove”: queste le parole di Arianna Borrelli, neo diplomata al Liceo Classico Dante Alighieri di Latina, che ha raccontato davanti ad una folta platea come l’esperienza di “Apprendisti Ciceroni” svolta a partire dalla classe III le abbia rivelato una bellezza prima invisibile.

Come non crederle se pensiamo agli scorci sorprendenti della Villa di Domiziano o alla spettacolare paleosuperficie di Grotta Guattari, entrambi destinatari delle attività di alto valore formativo che il FAI ha promosso attraverso le Giornate di Primavera e d’Autunno.

Condividendo entusiasmo ed energia prima con Chiara Velardi, sua compagna ed amica, ed ora con oltre 40 giovani, animati dallo stesso spirito costruttivo, il Gruppo si propone quindi di creare occasioni culturali e di aggregazione strettamente legate al territorio comunale e provinciale per far sì che la percezione del nostro territorio non sia più respingente ma attrattiva.


Una prospettiva questa condivisa dal Sindaco, che ha ricordato come i giovani non siano semplicemente una categoria a parte, a cui lasciare benevolmente uno spazio d’azione, ma parte integrante di un tessuto sociale che necessita una partecipazione attiva.

La stessa Valeria Campagna, presidente della Commissione Politiche Giovanili, e Maria Gabriella Taboga, presidente del Forum dei Giovani di Latina, hanno sottolineato come creare “ponti” tra territorio e amministrazione sia un dovere imprescindibile per una città che intende guardare al futuro con ottimismo.


Gilda Iadicicco, Capo Delegazione Fai, con orgoglio e un pizzico di commozione, ha presentato quindi le proposte che verranno messe in campo, sempre all’insegna della condivisione, affinché luoghi trascurati o sconosciuti siano valorizzati da questa nuova generazione di “scopritori, illustratori, curatori”.

Ed è proprio questo il fine del Fai, come Giuseppe Morganti ha ricordato, usando le parole del presidente nazionale Andrea Carandini: curare, promuovere, proteggere il patrimonio della nostra penisola declinato in tutti i suoi diversi aspetti.

Quale migliore auspicio, quindi, se non dei giovani pontini che si prendono in carico questo ambizioso fine?
La serata è stata animata dalle visite alla mostra fotografica sul territorio pontino, primo esperimento di valorizzazione del paesaggio pontino attraverso lo sguardo dei nostri giovani ed intraprendenti volontari.

La Delegazione Fai di Latina, insieme al Gruppo Giovani saranno impegnati in diverse attività durante la prossima estate, i primi appuntamenti saranno:
mercoledì 14 luglio: “Lepini al Mare”
giovedì 15 luglio: intervista online a Guendalina Viani, direttrice del Museo della Città e del Territorio di Cori
sabato 24 luglio: visita serale alla Mostra di Piranesi a Cori

Guarda anche...

comune latina

Il “tampon tax tour” fa tappa a Latina

La campagna nazionale ha come obiettivo registrare le adesioni degli enti locali al manifesto per …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.