canottaggio

L’Italremo Under 23 prosegue compatto verso le finali iridate

Al termine della seconda giornata di regate del Campionato del Mondo Under 23, in svolgimento a Racice (Repubblica Ceca) sulle acque del bacino della Labe Arena, la nazionale azzurra Under 23, che il Direttore Tecnico Francesco Cattaneo ha affidato ai Capi Allenatore Maschile (Spartaco Barbo) e Femminile (Benedetto Vitale), prosegue il cammino verso le finali iridate.

Finalissime per le medaglie, programmate per sabato 10 e domenica 11 luglio, con 7 barche azzurre già in finale (quattro con maschile e femminile Under 23 e quattro di coppia Pesi Leggeri femminile – tutte in finale diretta –, due senza Pesi Leggeri maschile e femminile, doppio Pesi Leggeri femminile e quattro di coppia Pesi Leggeri maschile).

Sette, invece, sono approdate in semifinale (due senza e quattro di coppia Under 23 maschile, doppio e quattro di coppia Under 23 femminile, singolo e doppio Pesi Leggeri maschile, singolo Pesi Leggeri femminile), mentre il singolo maschile Under 23 è ai quarti di finale e 4 barche dovranno superare, invece, i recuperi: doppio, quattro senza e otto Under 23 maschile e singolo Under 23 femminile.

Per quanto riguarda le gare odierne, a parte le tre preliminary race (gare per le acque) riservate ai tre equipaggi già in finale diretta, si sono disputate otto eliminatorie durante le quali il doppio Pesi Leggeri femminile, di Bianca Saffirio e Greta Parravicini, oltre a far registrare il miglior tempo di qualifica e agguantare la finale, ha dominato la propria gara mantenendo sempre la conduzione della regata tenendo a distanza la Polonia che, nell’ultima parte, ha cercato di ricuperare sulle azzurre.

In semifinale, invece, il quattro di coppia Under 23 maschile, di Niccolo` Carucci, Leonardo Tedoldi, Matteo Sartori e Pietro Cangialosi, che ha fatto registrare il miglior tempo di qualifica ed ha vinto con autorevolezza davanti a una coriacea Germania che si è dovuta fermare a oltre tre secondi di distacco dagli azzurri.

Bella prova anche della singolista leggera Silvia Crosio che nella sua batteria non ha avuto rivali e, con il primo posto, ha raggiunto una meritata semifinale. Accede alla semifinale, con il secondo posto in eliminatoria, anche il doppio Pesi Leggeri maschile, di Arturo Rotta e Tommaso Molinari, subito dietro alla Germania, così come il doppio Under 23 femminile, di Alice Gnatta e Josephine Debelle, terze in batteria dietro a Olanda e Gran Bretagna, rispettivamente prima e seconda.

Dovranno affrontare i recuperi il doppio under 23, di Lorenzo Gaione e Francesco Molinari, piazzatisi terzi nonostante il tentativo di mantenere il contatto con la Bielorussia aggiudicatasi l’unico posto valido per il superamento del turno; il singolo Under 23 femminile di Linda de Filippis, seconda alle spalle dell’Olanda vincitrice della sua batteria, e l’ammiraglia Under 23, seconda anch’essa dietro alla formazione statunitense.

Dai recuperi alla finale, infine, il due senza Pesi Leggeri maschile di Simone Fasoli e Simone Mantegazza che ha dominato il ripescaggio infliggendo oltre otto secondi di distacco all’Ungheria. Per quanto riguarda il programma di domani, terzo giorno di gare, questo prevede lo svolgimento dei recuperi, dei quarti di finale e delle prime semifinali con inizio alle 9.30, con gli azzurri in gara in sette specialità: quattro senza, doppio e singolo Under 23 maschili, singolo Under 23 femminile, otto Under 23 maschile, due senza Under 23 maschile e quattro di coppia Under 23 femminile.

Guarda anche...

canottaggio

Canottaggio – Tokyo 2020. L’Italia in gara in tre finali olimpiche

Passato l’allarme-tifone a Tokyo, domani l’Italia del canottaggio torna in gara ai Giochi Olimpici con …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.