canottaggio

Canottaggio – Racice. 11 medaglie e il 1° posto nel medagliere per l’Italremo

Al termine della seconda e ultima giornata di finali del Campionato del Mondo Under 23, svoltosi sulle acque della Labe Arena di Racice (Repubblica Ceca), l’Italia conquista altre quattro medaglie (1 oro, 3 argenti) che si vanno ad aggiungere alle sette di ieri, totalizzando così 11 medaglie finali (4-4-3).

Podi che attestano l’Italia del canottaggio al primo posto nel medagliere per nazione seguita dalla Germania con 12 medaglie (3-6-3) e dalla Gran Bretagna con 4 (3-0-1).

A salire sul gradino più alto del podio quest’oggi è stata Silvia Crosio che si è imposta, sin dalla prima parte di gara, su Grecia e Russia che, nonostante abbiamo tentato di ricuperare il distacco, si sono dovute accontentare rispettivamente del secondo e terzo posto.

La prima delle tre medaglie d’argento è stata vinta da Niels Alexander Torre che, nel singolo pesi leggeri maschile, si è piegato, nella seconda parte di gara, solo alla Grecia che ha allungato il distacco subito dopo i mille metri. Terzo posto per la Bulgaria.

Argento anche per Greta Parravicini e Bianca Saffirio che, nel doppio pesi leggeri femminile, hanno condotto la gara davanti alle avversarie e solo negli ultimi cinquecento metri la Turchia è riuscita, con un attacco forsennato, prima ad affiancarle e poi a superale vincendo l’oro.

Una gara che ha registrato il terzo posto della Polonia ai danni delle Germania, quarta. L’ultimo argento è arrivato dalla gara del quattro di coppia di Pietro Cangialosi, Matteo Sartori, Leonardo Tedoldi e Niccolò Carucci che hanno trovato la strada verso il gradino più alto del podio sbarrata solo da una sorprendente Repubblica Ceca, capace di tenere a distanza Italia e Olanda, che hanno regatato ad alti ritmi andando ad occupare nell’ordine il secondo e il terzo posto.

Fuori dal podio il doppio under 23 maschile di Francesco Molinari e Lorenzo Gaione, sesto, e l’ammiraglia maschile di Achille Benazzo, Federico Marsi, Luca Giurgevich, Antonio Zaffiro, Paolo Covini, Giovanni Codato, Davide Comini, Alessandro Bonamoneta ed Emanuele Capponi al timone, fermatasi al quarto posto.

Nelle finali B disputate questa mattina in apertura, infine, l’Italia ottiene una vittoria con il doppio Pesi Leggeri maschile che chiude così al settimo posto assoluto la rassegna iridata in Repubblica Ceca, e tre secondi posti – equivalenti all’ottava posizione assoluta – con singolo e doppio Under 23 femminili e quattro senza Under 23 maschile.

Archiviato il Mondiale Under 23 di Racice, l’attenzione dell’Italia del canottaggio si sposta ora tutta sulle regate olimpiche di Tokyo, in programma dal 23 al 30 luglio sulle acque del Sea Forest Waterway.

Guarda anche...

canottaggio

Canottaggio – Tokyo 2020. L’Italia in gara in tre finali olimpiche

Passato l’allarme-tifone a Tokyo, domani l’Italia del canottaggio torna in gara ai Giochi Olimpici con …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.