asl latina

Inaugurazione della Cittadella della Salute presso il Comune di Priverno

Consegna attestati di premiazione ai professionisti impegnati nella Campagna vaccinale Covid-19 presso il Teatro S. Francesco di Latina.


Il prossimo 22 luglio 2021 alle ore 10.30 alla presenza dell’Assessore alla Sanità e Integrazione
Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato e del Direttore Generale della Asl di
Latina, Silvia Cavalli, ci sarà la cerimonia di inaugurazione della Cittadella della Salute
dell’Asl di Latina presso il Comune di Priverno, in Via Madonna delle Grazie.


Nella Cittadella della Salute di Priverno, a seguito della ristrutturazione edilizia e
rimodulazione del preesistente fabbricato sono attualmente ubicati: la Casa della Salute di
Priverno, all’interno della quale, è presente il PUA dedicato all’accoglienza e orientamento dei
cittadini per la presa in carico soprattutto dei bisogni sociosanitari; il Centro di Psichiatria
dell’Infanzia e Adolescenza; la sede del Corso di Laurea di Terapista della Neuropsicomotricità
dell’età evolutiva dell’Università la Sapienza.


La Cittadella della Salute rappresenta inoltre il centro della più ampia rete dei servizi territoriali
tra cui le Farmacie, il CAD (Centro assistenza domiciliare), i Medici di medicina generale e i
Pediatri di libera scelta, ed è il luogo dove si concretizza la sinergia fra tutti gli attori coinvolti per
la realizzazione di cure accessibili e integrate.


L’attivazione e implementazione delle Case della Salute è un percorso iniziato da tempo, per
riorganizzare il sistema di cure primarie sul territorio, nella logica della Medicina d’iniziativa e di
prossimità, volto al miglioramento della performance complessiva del sistema sanitario e alla presa
in carico integrata dei bisogni dell’assistito.

Nella Casa della Salute sono state previste le funzioni indicate in normativa, per l’assistenza
primaria di base, quelle dell’area specialistica e dell’area infermieristica, tra cui: il Punto di
Assistenza territoriale (PAT); Ambulatori per le UCP dei Medici di Medicina Generale e la sede
della Continuità Assistenziale (ex Guardia Medica); il CUP, un Punto Prelievi, l’Ambulatorio
Infermieristico, gli Ambulatori Specialistici (Cardiologia, Pneumologia, Geriatria, Diabetologia,
Oculistica, Otorinolaringoiatria, Endocrinologia, e Nefrologia), la Diagnostica per immagini
(Radiologia tradizionale ed ecografia internistica) e il Punto Unico di Accesso (PUA).


Sono state, altresì previste funzioni aggiuntive, quali: il Centro Dialisi; la Telemedicina per la
centrale monitoraggio Covid-19; l’Ambulatorio di Riabilitazione e recupero Funzionale
(Fisiochinesiterapia) e l’Assistenza Protesica.


Grazie a tali interventi, nel quadro di una riprogettazione dell’offerta sanitaria territoriale voluta
dalla Regione Lazio, sono migliorati tutti gli indicatori previsti dai nuovi Livelli essenziali di
assistenza e quindi la qualità dei servizi offerti ai cittadini.


Alle ore 12.00 l’Assessore alla Sanità e Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio
D’Amato e il Direttore Generale della Asl di Latina, Silvia Cavalli, per testimoniare
l’importanza del ruolo dei professionisti sanitari impegnati costantemente nella campagna vaccinale
Covid-19, procederanno alla consegna degli attestati di riconoscimento ad alcuni operatori
sanitari, durante la cerimonia che si terrà, presso il Teatro S. Francesco, in via dei Cappuccini a
Latina.


E’ un riconoscimento che infonde fiducia in chi è stato sul campo quotidianamente e tutt’ora si
prodiga a fronteggiare l’emergenza pandemica.

Guarda anche...

vaccini

La campagna di vaccinazione itinerante fa tappa a Pomezia

La campagna di vaccinazione itinerante anti-Covid della Asl Roma 6 fa tappa a Pomezia. Primo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.