terracina

Terracina. Mostra “Duilio Cambellotti – Al di là del mare”

Terracina. Mostra “Duilio Cambellotti – Al di là del mare” dal 25 luglio. Sindaco Tintari e assessore Cerilli: “Uno dei più grandi artisti del XX secolo, narratore di un mondo e di un’epoca che ha disegnato i tratti umani e sociali ancora attuali.

Mostra occasione per riapertura dell’Auditorium di San Domenico quale spazio di fruizione e produzione culturale di qualità”.

“Duilio Cambellotti – Al di là del mare” è la mostra che verrà inaugurata sabato 24 luglio a Terracina presso la Chiesa di San Domenico, oggi auditorium comunale.

L’organizzazione della mostra, la cui apertura al pubblico è prevista da domenica 25 luglio fino al 20 novembre, è una iniziativa della Città di Terracina in collaborazione con la Fondazione Città di Terracina e l’Archivio dell’Opera di Duilio Cambellotti, mentre l’allestimento è a cura della Galleria Russo.

“Siamo contenti ed emozionati – afferma il sindaco di Terracina Roberta Tintari – per un evento che segna un passaggio molto importante per la vita culturale di Terracina.

È una mostra di alto livello, dedicata ad uno dei più grandi artisti del XX secolo, capace di spaziare con straordinario talento in tutti i campi delle arti figurative, per larghi tratti della sua attività narratore di un mondo, quello contadino, e di un’epoca che ha disegnato i tratti umani e sociali ancora oggi caratterizzanti del nostro territorio.

In piazza Garibaldi spicca il Monumento ai Caduti realizzato da Cambellotti, una sorta di fulcro intorno al quale ruota il Borgo Pio e tutto il centro storico della parte bassa della nostra città, così come è suo il Monumento ai Caduti di Borgo Hermada, luogo di riferimento per la operosa e nutrita comunità locale, erede diretta del mondo rurale così amato da Cambellotti.

Le testimonianze della sua arte – prosegue Tintari – sono ampiamente reperibili in tutto il nostro territorio comunale e nell’intera provincia di Latina, fonte di ispirazione e centro della sua attività artistica per il lungo periodo della bonifica delle Paludi Pontine.

Ringrazio – conclude il sindaco – la Fondazione Città di Terracina per aver proposto e fortemente voluto questo evento, l’Archivio dell’Opera di Duilio Cambellotti per la grande disponibilità, la Galleria Russo per la professionalità, l’assessore alla Cultura Cerilli e gli Uffici Comunali per aver seguito con grande attenzione l’organizzazione dell’evento”.

Proprio l’assessore Barbara Cerilli sottolinea alcune curiosità della vicenda di Cambellotti: “Per un certo periodo di tempo visse a Terracina, imparando a conoscere ancora meglio la nostra città.

C’è una bella foto che lo ritrae al Castello Frangipane con la sua famiglia, mentre l’atrio del Palazzo Comunale ospita la sua opera in bronzo “I Cavalli della Palude”, una ‘presenza’ con cui ci confrontiamo quotidianamente e che ricorda quale sia almeno una parte delle nostre radici.

Desidero sottolineare l’altra bella notizia legata alla mostra, cioè la riapertura dell’Auditorium di San Domenico quale spazio di fruizione e produzione culturale di qualità.

Un passo alla volta stiamo restituendo a Terracina i luoghi della cultura. Alcuni cantieri cominciano ad essere smantellati, altri stanno per essere allestiti, ma l’impegno di tutti rimane sempre molto intenso e mira all’arricchimento dell’offerta culturale di Terracina.

La mostra “Duilio Cambellotti – Al di là del mare” è la plastica rappresentazione di questa volontà, supportata dagli Uffici comunali e dalla Fondazione, strutture alle quali va il mio ringraziamento”

Guarda anche...

borgo hermada

Borgo Hermada Beer Fest dal 24 luglio al 1 agosto

Da sabato 24 luglio a domenica 1 agosto UN FIUME DI BIRRA, UN MARE DI …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.