latina

Latina. A Gelatilandia gli scritti inediti di Antonio Campoli

Avvocato per professione, poeta per natura. Il compianto Antonio Campoli è sicuramente tra le figure più illustri di Sezze ma è molto apprezzato e stimato ben oltre i confini lepini e provinciali.


Domani, venerdì 3 settembre alle ore 18:30 nella terrazza di Gelatilandia a Latina Lido, l’associazione Sintagma presenterà il libro postumo dal titolo “Le poesie del sabato”.


A quasi cinque anni dalla sua scomparsa, la scoperta di un libretto dalle pagine ingiallite, fa rivivere il forte legame tra il giovane Antonio Campoli e l’allora futura moglie, ma anche con l’altra sua grande passione, la poesia, di cui questa raccolta rappresenta la sua primissima produzione.


Presenteranno il libro il presidente dell’associazione Tibbo Tabbo nonché figlia del poeta, Laura Matilde Campoli, Franco Abbenda, Luigi Zaccheo, Mauro Nasi e Vincenzo Faustinella che modererà l’incontro.


Sarà Dylan, speaker di Dimensione Suono Soft, ad interpretare alcune poesie tratte dal libro insieme al noto personaggio televisivo e teatrale Martufello.


“Dopo la sua morte, avvenuta il 27 ottobre 2016, la figlia Laura Matilde ha rinvenuto, nel riordinare le carte, un corposo fascicolo di poesie giovanili scritte in lingua italiana nel 1952, quand’era studente universitario, tutte dedicate alla amata Maria Teresa – spiega l’editore Mauro Nasi –.

Questi scritti, finora inediti, sono i primi passi di quello che diverrà un poeta eccellente e contribuiscono in maniera importante a comprendere la sua sensibilità, la sua musa ispiratrice, la sua crescita culturale, il suo mondo poetico”.


“Attraverso questi versi – scrive Laura Matilde – ho potuto conoscere i miei genitori da giovanissimi, e come figlia ho potuto conoscere l’evoluzione non solo di poeta ma anche di uomo, di marito, di padre sempre attento e affettuoso. Leggere questo libro è stato leggere l’amore sincero di MaTe e Tony”.

CHI ERA ANTONIO CAMPOLI – Avvocato, giornalista, pretore onorario, autore di una eccezionale opera letteraria entrata a pieno titolo nel vasto patrimonio artistico e culturale di Sezze, ha prodotto numerose poesie e una importante e significativa produzione teatrale in dialetto setino recuperando e consacrando usanze, odori, voci, ritmi, nomi e personaggi della civiltà contadina di Sezze.


Numerosi i premi e riconoscimenti ricevuti, tra cui quello del linguista Tullio De Mauro, il Premio Simpatia dall’allora sindaco di Roma Francesco Rutelli nella Promoteca del Campidoglio, l’onorificenza di Cittadino Benemerito di Sezze.

Guarda anche...

fabio ricci

Aprilia. Cittadinanza onoraria al prof. Fabio Ricci

Discorso del Sindaco di Aprilia, Antonio Terra Buon pomeriggio e benvenuti a tutti.Rivolgo innanzitutto un …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.