pedagnalonga

La Pedagnalonga della ripartenza ha colorato le campagne di Borgo Hermada

Nella corsa podistica 21 km successo per Fabio Lupinetti e Giovanna Ungania

«È stata la Pedagnalonga della ripartenza e siamo felici di essere riusciti a portarla a termine con i partecipanti che, con la loro importante e ordinata presenza, hanno voluto anche sostenere il nostro progetto nell’attesa di tornare a organizzare la Pedagnalonga con la spensieratezza di un tempo, pandemia permettendo».

Pasqualino Sicignano, presidente dell’associazione Pedagnalonga, riassume così l’edizione numero 47 dello storico appuntamento che ha ospitato complessivamente 2.000 partecipanti tra la corsa podistica di 21 km e la tradizionale passeggiata enogastronomica, un evento che prima del Covid coinvolgeva oltre 6.000 iscritti.


Prima di accedere al percorso i partecipanti alla passeggiata e alla gara hanno dovuto superare il checkpoint per il controllo della documentazione sanitaria. «Siamo soddisfatti di come è andata avanti la procedura d’accesso, ci tengo a ringraziare i volontari che hanno lavorato in un clima di grande tranquillità grazie alla collaborazione degli iscritti – ha aggiunto Sicignano – abbiamo messo in campo molti sforzi per garantire a tutti un evento in sicurezza rispettando scrupolosamente le disposizioni: inoltre abbiamo anche rinforzato la presenza del personale sanitario che, in questa edizione, era operativo con 40 elementi della Croce Rossa Italiana, tra medici e paramedici, e con la tenda medica da campo allestita nel cuore del Borgo, tre ambulanze, la centrale radio operativa e abbiamo voluto essere scrupolosi e attenti sensibilizzando all’uso della mascherina il più possibile, quando il distanziamento non era garantito, specie in prossimità dei punti ristoro.

Voglio ringraziare tutti i volontari della Pedagnalonga e mi ha fatto piacere anche vedere tra la gente il sindaco di Terracina Roberta Tintari e il vice sindaco Pierpaolo Marcuzzi che hanno voluto partecipare acquistando il pettorale proprio come tutti gli altri.

Infine ringrazio i partecipanti che hanno interpretato l’evento con lo spirito giusto e Don Gianpaolo che, in occasione del suo saluto alla nostra comunità, ha usato parole molto importanti per il nostro storico evento».

Le campagne di Borgo Hermada sono state invase pacificamente dal serpentone colorato dei dei passeggiatori che hanno contribuito a un enorme successo organizzativo: è stata vissuta come una vera e propria tappa zero dopo lo stop imposto dalla pandemia globale di Covid-19 che aveva costretto gli organizzatori prima a rimandare e poi a rinviare l’edizione numero 47.

La corsa podistica di 21 km è stata la prima in assoluto, di questa lunghezza, nel nostro territorio dopo lo stop imposto dalla pandemia, un successo importante nonostante i notevoli adempimenti ulteriori che questo complicato periodo storico comporta.

A livello prettamente sportivo la competizione è stata caratterizzata dal dominio assoluto di Fabio Lupinetti (Atletica La Sbarra Roma) che ha condotto la gara in testa dall’inizio alla fine tagliando il traguardo in un’ora 12 minuti e 34’’. In campo femminile ha vinto Giovanna Ungania (Old Stars Ostia) in un’ora 29 minuti e 28’’.

Nella classifica di società ha trionfato il Centro Fitness Montello, seguita dalla Nuova Podistica Latina, Asd Piano Ma Arriviamo Roma, Running Club Latina, Podistica Pomezia e Torrice Runners.

Per un limitato numero di 23 partecipanti alla mezza maratona, purtroppo, questa edizione della Pedagnalonga è stata piuttosto complessa poiché, nonostante la giusta segnalazione sul tracciato, un membro del controllo dei varchi ha fornito un’indicazione errata facendo di fatto sbagliare il percorso al gruppetto di specialisti: a questi, oltre alle doverose scuse presentate sia direttamente sia pubblicamente al termine della competizione, è stata già garantita ufficialmente l’iscrizione alla prossima Pedagnalonga del 2022.

«Siamo consapevoli che chi conosce il nostro modo di lavorare ha compreso benissimo i contorni di questa problematica, inoltre abbiamo avuto un costante e continuo dialogo con gli atleti coinvolti nell’errata indicazione da parte di un addetto al controllo dei varchi: è doveroso da parte nostra prenderci le responsabilità dell’accaduto e risolvere la questione direttamente con gli atleti interessati che, vista la loro grande esperienza, hanno saputo apprezzare la nostra buona volontà consapevoli anche dei tanti aspetti positivi che questa edizione ha portato dopo il lunghissimo periodo di blocco delle gare» ha aggiunto Albino Marostica, vicepresidente della Pedagnalonga.

Successo per l’aspetto sociale dell’evento grazie alla partecipazione di tantissime associazioni di volontariato, molte delle quali lavorano quotidianamente per supportare persone con disabilità e le loro famiglie.

Successo anche per la presenza dei volontari dell’Avis che hanno avuto un punto informativo nel centro del villaggio della Pedagnalonga mentre lungo il percorso hanno prestato la loro disponibilità anche i volontari di alcune realtà del territorio che si occupano di supportare bambini e famiglie con problematiche di vario tipo.

Le classifiche della gara di 21 km sono reperibili qui:
https://www.digitalrace.it/file_class/894bclass_gen.pdf

Guarda anche...

legambiente

Terracina. La campagna nazionale di Legambiente “Puliamo il mondo 2021”

Venerdi’ 15 ottobre dalle ore 9 la campagna nazionale di Legambiente “Puliamo il mondo 2021” …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.