borgo vodice

Scuola primaria “De Ruosi” di Borgo Vodice: inaugurato il LaborAttivo


Scuola primaria “De Ruosi” di Borgo Vodice: inaugurato il LaborAttivo, l’aula multifunzione
e polisensoriale donata da Enel Cuore Onlus e Fondazione Reggio Children.

Il sindaco Gervasi: “Lo spazio è stato dedicato al maestro Valeriano Bonan, al suo amore per la scuola e alle sue grandi doti umane che lo hanno portato ad essere, ancora oggi, un esempio positivo per colleghi e ragazzi”

La scuola primaria “De Ruosi” di Borgo Vodice da oggi può contare su uno spazio innovativo e di condivisione unico nel genere, il “LaborAttivo”.

Si tratta di un’aula scolastica multifunzionale e polisensoriale, pensata quale luogo di interconnessione in cui gli alunni possano davvero essere al centro dell’attività ludico-didattica e laboratoriale: uno spazio accogliente che esalta il dialogo tra architettura e pedagogia, pensato proponendo nuove e differenti qualità sensoriali mediante un accurato studio del colore, dell’illuminazione, dell’arredo e della funzionalità; il tutto avendo come riferimento il bambino quale soggetto attivo del proprio processo conoscitivo, emozionale e affettivo, dotato di cento linguaggi, cioè di grandi potenzialità di apprendimento e di cambiamento, di molteplici risorse che si esplicitano in uno scambio incessante con il contesto culturale e sociale.

Il “LaborAttivo” è stato realizzato da Enel Cuore Onlus e dalla Fondazione Reggio Children – Centro Loris Malaguzzi per il progetto “Fare Scuola”, finalizzato a migliorare la qualità degli ambienti scolastici intesi come contesti di apprendimento e luoghi di relazione, e rientra nelle attività di dialogo e collaborazione avviate dall’Amministrazione comunale, in primis dal sindaco Gervasi, con Enel Spa.

Questa mattina l’inaugurazione dello spazio, alla presenza del sindaco Giada Gervasi, del consigliere delegato all’istruzione Francesca Marino, della dirigente scolastica dell’istituto Omnicomprensivo “Giulio Cesare”, degli insegnanti e di una rappresentanza degli alunni.

Presente, e non a caso, anche la Famiglia Bonan: il “LaborAttivo” infatti è stato dedicato al maestro Valeriano Bonan, per anni insegnante presso la scuola primaria di Borgo Vodice e per tutta la comunità un’istituzione scolastica nel senso più vero del termine.

“Ringrazio sentitamente la Onlus Enel Cuore e la Fondazione Reggio Children per aver incluso Sabaudia nel progetto Fare Scuola, regalando alla nostra comunità uno spazio ludico-didattico polifunzionale e particolarmente attento alle peculiarità del nostro territorio, in cui i bambini potranno rilassarsi, leggere un buon libro, essere protagonisti di attività laboratoriali ed entrare sempre più in contatto con la natura.

Un ringraziamento va anche alla dirigente Zannella e a tutti gli insegnanti per aver accolto questo progetto con estrema sensibilità e attenzione – commenta entusiasta il sindaco Giada Gervasi – Abbiamo voluto dedicare questo spazio al maestro Valeriano Bonan, al suo amore per la scuola e alle sue grandi doti umane che lo hanno portato ad essere, ancora oggi, un esempio positivo per colleghi e alunni.

Uno spazio con tali caratteristiche, che esalta la centralità del bambino nel percorso didattico e di crescita socio-culturale, non poteva trovare dedica migliore”.

“Il maestro Bonan è stato l’insegnante che tutti si augurano di avere nella propria Comunità Scolastica. Persona molto seria, affidabile, colma di sentimenti, riservato, di buon cuore e allo stesso tempo anche austero. Lui riusciva con grande enfasi ad alimentare l’auto stima in tutti gli alunni e a stabilire una buona relazione riuscendo a creare quella forte empatia, stima e fiducia che ha rappresentato la linfa fondamentale per il raggiungimento del successo dei suoi ragazzi.

È sempre stato un esempio positivo per tutti anche nel momento più delicato della sua vita: la sua malattia. Proprio allora ha saputo dimostrare una forte resistenza emotiva.

Lo ricordiamo come un maestro esemplare: la sua attenzione era rivolta a tutti gli alunni, indistintamente, per lui i risultati dovevano essere una certezza, nessuno doveva essere da meno e bisognava tener fede a ciò in cui più si credeva.

Con la sua vocazione ha rappresentato il cuore pulsante della Comunità Scolastica del Giulio Cesare – commenta il dirigente scolastico Miriana Zannella – Ringrazio a nome di tutto l’Istituto Enel Cuore Onlus e Reggio Children e non in ultimo il sindaco Gervasi, sempre attenta alle esigenze della scuola e dei suoi ragazzi”.

IL PROGETTO DEL PLESSO “DE RUOSI” – BORGO VODICE
L’intervento progettuale si è focalizzato nell’ampio spazio fino ad oggi utilizzato come palestrina e ha riguardato la riprogettazione dello stesso in funzione di un’aula laboratoriale, multifunzione e polisensoriale.

Giardino d’inverno, proprio da questo elemento si è sviluppato il concept di Antimeridian Design Consultancy: un giardino indoor che rispecchia ciò che si trova all’esterno, nel quale i bambini possano usufruire di diverse sperimentazioni e funzioni a contatto con la natura.

I progettisti si sono concentrati sulla progettazione d’insieme, per poter ricreare all’interno di un unico spazio diverse tipologie di attività, rispecchiando sempre l’idea del “sentirsi” all’interno di un giardino.

La creazione ambienti flessibili che permettono l’apprendimento dei bambini attraverso lo spazio stesso e gli oggetti posti al suo interno, danno loro la possibilità di valorizzare la propria espressività e creatività.


Guarda anche...

bianco mosca

Comune di Sabaudia: giornata di formazione per personale degli Enti locali

Giovedì 11 luglio, organizzato dal Comune di Sabaudia, presso la Corte Comunale si è svolta …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *