Paolo Mellano
Paolo Mellano

Paolo Mellano. Erosione costiera: serve difendere gli interessi di Sabaudia, iter fermi altrove

“Su temi importanti come quello della lotta all’erosione costiera mi aspetterei più coesione da parte di tutti per difendere Sabaudia e la sua costa, non vorrei divenisse tema di campagna elettorale e soprattutto motivo di contenzioso per logiche di partito” interviene Paolo Mellano candidato Sindaco di Cittadini per Sabaudia “l’amministrazione uscente si è fatta promotrice di numerosi incontri, tavoli tecnici e protocolli tra i vari enti che sono stati fruttuosi e hanno portato all’OTTENIMENTO DI FONDI DAGLI ENTI SOVRAINTENDENTI per TRE PROGETTI DISTINTI, ma L’ITER PROCEDURALE NON È FERMO A SABAUDIA, infatti se per uno il Comune capofila è Latina che sta seguendo la procedura, per gli altri due si è in attesa della Valutazione di Incidenza Ambientale (VIncA) di competenza dell’Ente Parco e Regione Lazio.

Questo per dire che non bisogna cercare un colpevole, come ho letto sui giornali, ma conoscere bene le procedure, le competenze e lavorare insieme agli altri enti per superare eventuali problematiche, e questo sarà il mio obiettivo se eletto per portare a compimento questi 3 progetti e proseguire il 4° sicuramente più sfidante.


Questo percorso di collaborazione rafforzato con protocolli tra i vari enti non deve essere interrotto anche perché ha garantito anche la pulizia costante del canale Caterattino di fatto risolvendo negli ultimi 2 anni il fenomeno di alghe marroni in mare a ferragosto che creavano grandi disagi per la stagione turistica.”

I 4 progetti a cui fa riferimento Paolo Mellano sono i seguenti:

  1. “Gestione sostenibile e salvaguardia del tratto di litorale compreso tra il Comune di Latina e il Comune di Sabaudia soggetto ad erosione costiera” con finanziamento pari a € 1.1 milioni conseguito nel 2018 grazie al protocollo siglato il 19 Novembre 2018 tra Regione Lazio e Comuni di Latina e Sabaudia sulla. Il 50% del finanziamento avrebbe avuto la doppia funzione di dragare il canale Rio Martino e riusare le sabbie per il ripascimento, la residua parte sarebbe stata utilizzata per gli altri canali.
  2. “Ripascimento dell’arenile di Sabaudia” con finanziamento conseguito nel 2019 pari a € 383 mila euro che prevede il ripascimento per un totale di 20mila metri cubi di sabbia movimentata con allocazione nel tratto dalla foce del canale Caterattino e l’ingresso al lungomare all’altezza del ponte Giovanni XXIII.
  3. “Ripascimento del tratto di arenile di Sabaudia compreso tra Caterattino e S. Andrea” con finanziamento del 2021 pari a € 200.000 euro con costo totale di € 380.000. Il progetto è quello che prevede il ripascimento per un totale di 25 mila metri cubi di sabbia movimentata da allocare nel tratto compreso tra S. Andrea e Caterattino.
  4. Il progetto di PNRR, presentato in una conferenza stampa a gennaio 2021, riguardava tutti e 25 chilometri di costa. Il costo dell’operazione pari a 39 milioni di euro da finanziare con fondi europei per l’ambiente o previsti dal Recovery fund. Il progetto di fattibilità, frutto di tre anni di studi con diversi partner tra cui l’Ente Parco, l’Ispra e l’Enea è stato indirizzato oltre che alla Regione Lazio, ai Ministeri dell’Ambiente, dello Sviluppo Economico, di Economia e Finanza, dei Beni Culturali e Turismo e alla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Guarda anche...

giancarlo massimi

Giancarlo Massimi “Trasformare il rifiuto in opportunita’ di ricchezza tramite l’economia circolare”

“Quello dello smaltimento dei rifiuti agricoli è sia un problema ambientale da risolvere che un …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.