Danesin Mellano Papa

Sabaudia. La rivoluzione smart è green

Sui rifiuti un esempio concreto di come la tecnologia può migliorare il servizio per i cittadini, anche in termini economici.

Sabaudia ha iniziato un percorso virtuoso in termini di smartcity ed ha tutte le caratteristiche per diventarlo. Infatti, molto si è fatto e altrettanto si vuole fare.

Gianfranco Papa, esperto in materia di tecnologia e telecomunicazioni, e Luca Danesin, già consigliere delegato alla smartcity, sono convinti che a Sabaudia bisogna puntare su due pilastri essenziali: smart e green.


I primi passi sono stati fatti, ma la pandemia ci ha insegnato che un corretto uso dei mezzi tecnologici può realmente migliorare le condizioni di vita e far conseguire il benessere.

“Sabaudia ha tutte le caratteristiche, perché la tecnologia, le energie rinnovali e corretti stili di vita possono trovare un giusto connubio, che possa qualificarla come smart city, nella quale la Pubblica Amministrazione applichi la tecnologia nei servizi erogati o erogandi: trasporti pubblici e mobilità; gestione e distribuzione dell’energia; illuminazione pubblica; sicurezza urbana; gestione e monitoraggio ambientale; manutenzione e ottimizzazione degli edifici pubblici come scuole, musei (i-guide, ecc.); sistemi di comunicazione ed informazione e gestione dei rifiuti o altri servizi di pubblica utilità” commentano Papa e Danesin e continuano “Inoltre il nostro obiettivo è quello di rendere Sabaudia, non solo una città intelligente, ma soprattutto a una città sostenibile, efficiente e innovativa, una città in grado di garantire un’elevata qualità di vita ai suoi cittadini grazie all’utilizzo di soluzioni e sistemi tecnologici connessi e integrati tra loro.


Ad esempio, a Sabaudia sono stati attivati per i servizi comunali pagamenti on line, i musei on line, l’adesione all’anagrafe nazionale (ANPR) o le app comunica city e Junker, l’app destinata a rendere più facile ed efficiente la gestione dei rifiuti urbani, adottata per il suo essere innovativa da oltre mille comuni italiani. Junker è un “tutor” intelligente per la raccolta differenziata, che riconosce i prodotti dal codice a barre o addirittura da una foto e spiega come conferirli correttamente, distinguendo tutti i materiali che lo compongono; è un vero assistente personale, che ricorda ai cittadini i calendari del porta a porta, li guida fino al punto di raccolta più vicino e li aiuta ogni giorno a compiere scelte più sostenibili”.


Interviene sul tema anche Paolo Mellano candidato a Sindaco “Condivido la scelta nell’adottare l’applicazione Junker, apre un percorso di innovazione nella gestione del servizio della raccolta dei rifiuti, sempre più vicino e attento alle necessità dei cittadini.

L’app consente un conferimento ancor più organizzato e puntuale e permette di chiarire ogni possibile dubbio circa la suddivisione dei rifiuti, rappresentando altresì un filo diretto con l’Ente e gli Uffici competenti.

Ogni cittadino, scaricando l’applicazione in modo gratuito, non solo può trovare uno strumento utile di informazione, ma può contribuire alla tutela dell’ambiente e della qualità della vita rendendo Sabaudia una Città sempre più dedicata alla sostenibilità.


Pertanto sarà necessario proseguire anche nel percorso della TARI.P., che renderà la tariffa per i rifiuti puntuale, permettendo a ciascuno di pagare in base ai consumi e comunque con tutti gli strumenti tecnologici che permettano di avere un miglior servizio a costi bassi.

Il comune ha anche partecipato al bando delle isole ecologiche di comunità con la CARD, e sarà uno strumento per quanti hanno orari di vita e di lavoro differenti o frequentano la loro abitazione solo in alcuni periodi”.

Guarda anche...

maurizio lucci

Dichiarazione di Maurizio Lucci su apparentamenti

La nostra coalizione non ha cercato alcun apparentamento in vista del ballottaggio, siamo stati chiari …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.