giancarlo massimi
Giancarlo Massimi

Giancarlo Massimi “Trasformare il rifiuto in opportunita’ di ricchezza tramite l’economia circolare”

“Quello dello smaltimento dei rifiuti agricoli è sia un problema ambientale da risolvere che un onere burocratico ed economico che grava sugli agricoltori.

La gestione aggregata e, quindi, collettiva di un processo di smaltimento dei rifiuti può rappresentare un aiuto concreto per i nostri agricoltori.

I quali, verrebbero sollevati da molte incombenze. Gli strumenti legislativi (nazionali e regionali) ci sono ma, in questi anni, è venuto meno il ruolo guida delle amministrazioni locali nel volerli applicare.

Il mio impegno, in un contesto dove l’agricoltura rappresenta una componente decisiva del PIL locale (Sabaudia, con Terracina e San Felice Circeo, rappresenta uno dei comparti più importanti in Italia nel settore dell’ortofrutta e del florovivaismo) è quello di guidare un virtuoso processo di accordo pubblico-privato al fine di dare concretezza all’idea di economica circolare”.

A riferirlo, in una nota, è Giancarlo Massimi.

Il Candidato Sindaco, nel trattare il tema dello smaltimento dei rifiuti, spiega quali sono gli strumenti che è possibile introdurre: “Uno strumento fondamentale diventa l’Accordo di Programma o l’Accordo di Filiera per la riduzione, recupero e ottimizzazione dei flussi di rifiuti”.

Il riferimento è alla deliberazione della Giunta regionale del 20 ottobre 2020 n. 727. La quale, spiega Massimi: “Prevede l’organizzazione di circuiti organizzati di raccolta, al fine di assicurare operatività, tracciabilità e controllo nelle attività di conferimento, raccolta e gestione dei rifiuti agricoli.

In sostanza si tratta di costruire un sistema di raccolta di rifiuti organizzato sulla base di un accordo di programma tra la pubblica amministrazione ed associazioni imprenditoriali rappresentative sul piano nazionale, o con le loro articolazioni territoriali.

All’Accordo di programma deve seguire la stipula di un contratto di servizio tra il singolo produttore ed il gestore della piattaforma di conferimento, o dell’impresa di trasporto dei rifiuti”.

Alla luce di questo, la proposta del Candidato è quella di: “Stipulare un Accordo di Programma su base provinciale con Regione, Provincia, Enti Locali interessati, Camera di Commercio, Organizzazioni Agricole, Imprese che operano nel settore dello smaltimento; individuare le linee guida per i centri e delle modalità di conferimento con relativo prezzo; procedere all’istituzione di un Fondo Incentivante sul bilancio regionale specifico per l’attività di filiera per l’economia circolare in agricoltura; promuovere accordi volontari di adesione”.

“Si chiama – conclude – Economia Circolare. Si tratta di quel sistema che sposta l’attenzione sul riutilizzare, aggiustare, rinnovare e riciclare i materiali e i prodotti esistenti. In questo modo il rifiuto può smettere di essere un peso e diventare, quindi, un’opportunità di ricchezza.

Lo smaltimento dei rifiuti in agricoltura, soprattutto delle plastiche, è diventata una questione fondamentale. Questo problema, tramite l’economia circolare, può trasformarsi in risorsa”.

Guarda anche...

alberto mosca

Alberto Mosca Sindaco di Sabaudia

Alberto Mosca ce l’ha fatta: il candidato di centrodestra ha confermato il risultato del primo turno …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.