terracina

Teatro Romano di Terracina. “Cantiere Aperto”


La Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Frosinone e Latina in collaborazione con la Fondazione Città di Terracina

PRESENTA “Cantiere Aperto”. Visite guidate degli esperti al termine dello scavo archeologico del TEATRO ROMANO DI TERRACINA

Evento di apertura sabato 6 agosto ore 18,30
Piazza Municipio, Terracina (LT)

La Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Frosinone e Latina, nell’ambito della propria opera di tutela e valorizzazione delle emergenze del territorio pontino, ha organizzato, in collaborazione con la Fondazione Città di Terracina, un ciclo di aperture per la visita al termine degli scavi del Teatro Romano di Terracina, un’occasione irrinunciabile per promuovere la conoscenza di un’importante monumento, recuperato grazie all’instancabile lavoro di ripristino e restauro della Soprintendenza.

Durante le visite guidate gli archeologi della Fondazione mostreranno al pubblico, in via del tutto straordinaria, un luogo suggestivo e monumentale, incastonato nel contesto architettonico del Foro Emiliano, al fine di renderlo finalmente fruibile, anche se per un breve periodo, estendendo così l’identità
storica del luogo attraverso una comunicazione che possa accrescere la consapevolezza della sua importanza culturale sia per gli abitanti di Terracina che per i visitatori.

Lo scavo archeologico in pieno centro urbano della città alta ha portato al rinvenimento di importanti scoperte, tra le quali le are onorarie con dedica a Gaio e Lucio Cesari, figli adottivi di Augusto, futuri eredi del suo potere.

La volontà di far conoscere l’importante lavoro svolto dalla Soprintendenza si deve, sotto la guida del Soprintendente arch. Lisa Lambusier, al funzionario archeologo di zona e direttore dello scavo, dott. Francesco Di Mario, con la collaborazione ed il coordinamento della dott.ssa Gilda Iadicicco.

La manifestazione “Cantiere Aperto” viene realizzata dalla Soprintendenza e dalla Fondazione Città di Terracina, offrendo ai fruitori la possibilità di effettuare una interessantissima visita archeologica, contestualizzando la presenza del Teatro in un luogo, il Foro Emiliano, che ha mantenuto intatte nei secoli le proprie caratteristiche e funzioni, attraversando i diversi periodi storici con rara coerenza.

È, inoltre, prevista l’apertura delle Favisse del tempio maggiore, nelle quali si conservano importanti testimonianze della vita e storia romana della città.

Sabato 6 agosto ’22, evento di apertura, ore 18,30, alla presenza del dott. Francesco Di Mario che potrà illustrare il prezioso lavoro svolto.

Si ringrazia, per l’occasione, la collaborazione dell’Azienda vinicola Casale del Giglio che offrirà una degustazione dei suoi vini bianchi, rossi e rosati.

Le aperture successive, a partire da giovedì 11 agosto, avranno luogo ogni giovedì, venerdì e sabato di agosto e le prime due settimane di settembre 2022 in orario 18,30/ 20,30:

La prenotazione è consigliata e gestita dalla Fondazione città di Terracina:
0773/359346 (dalle 9,00 alle 20,00)
info@fondazioneterracina.it

Un doveroso ringraziamento alla ditta specializzata Angeloni Angelo per la partecipazione attiva all’evento.

La manifestazione sarà anche un momento di incontro tra gli Enti promotori ed il pubblico, insieme per riscoprire il patrimonio smisurato e policromo del nostro territorio, raccontato per l’occasione dagli archeologi della Fondazione Terracina.


Guarda anche...

nicola procaccini

Terracina, rigenerazione urbana

Fratelli d’Italia di Terracina a convegno sulla rigenerazione urbana. Un evento persone intervenute all’Hotel Palace …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.