In Campania prezzi bloccati sulle spiagge

Con l’estate torna anche l’emergenza maltempo per gli imprenditori del settore balneare, in particolare coloro che gestiscono i lidi sulle spiagge italiane.

In Campania Marcello Giocondo, presidente regionale del Sindacato italiano balneari, denuncia il danno registrato da maggio a metà giugno per via delle piogge e studia una soluzione.

“È una perdita notevole – spiega – perché i tempi di recupero sono estremamente ridotti. Siamo pronti a offrire i migliori servizi spiaggia mantenendo invariati prezzi e tariffe rispetto agli anni passati. Intendiamo così andare incontro anche alle famiglie che non possono permettersi lunghi periodi di vacanze, e che spesso solo nei fine settimana arrivano sulle nostre spiagge. Un modo per incentivare la permanenza nelle nostre strutture, certo, ma anche per agevolare chi in un periodo di crisi come questo vuole godersi un periodo al mare in pieno relax”.

Un’iniziativa che non vuole essere solo pubblicitaria, spiega il vicepresidente SIB Salvatore Trinchillo, visto che “alcuni stabilimenti balneari della regione sono arrivati alla quarta generazione e con i loro investimenti hanno seguito anno dopo anno le esigenze della clientela e le loro richieste: dai servizi spiaggia alla ristorazione, dalla cura del loro benessere alla sicurezza ed assistenza a mare”.

Newsletter

Guarda anche...

ventotene

Assonautica Latina sviluppa e promuove il Porto di Ventotene

Un’isola strategica quella di Ventotene, situata al largo della costa tra Campania e Lazio e …