Lazio. Caporalato: più verifiche e rafforzamento nei centri per l’impiego

Caporalato, l’assessore al Lavoro e Nuovi diritti della Regione Lazio, Claudio Di Berardino, ha partecipato al tavolo convocato dal Ministro del Lavoro alla Prefettura di Foggia per la definizione di una strategia di contrasto al caporalato e allo sfruttamento del lavoro in agricoltura.

Un problema di natura sociale ed economica da affrontare garantendo un corretto incrocio tra domanda e offerta di lavoro attraverso il ruolo attivo dei centri per l’impiego e politiche assunzionali per i lavoratori stagionali. Per fare ciò occorre che si porti presto a compimento il piano di rafforzamento dei centri per l’impiego, oggetto dei confronti già avviati con il Governo. In Italia il lavoro irregolare e il caporalato in agricoltura coinvolgono oltre 400 mila lavoratori con un’evasione contributiva che si stima di 1,8 miliardi.

“Dobbiamo dare forza anche alle buone pratiche finora avviate nelle diverse regioni e portare a compimento l’attuazione della legge 199/2016 senza passi indietro. A questo riteniamo importante anche associare l’attuazione della rete agricola di qualità – è il commento dell’assessore Di Berardino, che ha aggiunto: tutto questo è possibile se si parte da un tema chiaro: per contrastare il caporalato e lo sfruttamento del lavoro agricolo occorre garantire un corretto incrocio tra domanda e offerta di lavoro attraverso il ruolo attivo dei centri per l’impiego e politiche assunzionali per i lavoratori stagionali. Per fare ciò occorre che si porti presto a compimento il piano di rafforzamento dei CPI, oggetto dei confronti già avviati con il Governo”.

Newsletter

[wysija_form id=”1″]

Guarda anche...

Training Camp Ventotene

Training Camp di Ventotene

“È finita anche quest’anno la straordinaria avventura del Training Camp di Ventotene, palestra per la formazione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.