A Maenza “Radure”

Terza tappa, questa volta a Maenza, per Radure. Spazi culturali lungo la Via Francigena del Sud a cura dei Comuni di Priverno, Segni, Maenza, Norma, Sezze, grazie al finanziamento della Regione Lazio e nell’ambito del progetto integrato Invasioni Creative di ATCL – Associazione Teatrale fra i Comuni del Lazio, in collaborazione con la Compagnia dei Lepini, primo festival di valorizzazione del patrimonio culturale del sistema territoriale dei Monti Lepini.  

Martedì 18 agosto ore 21:00 davanti al Castello Baronale il concerto di Valentina Ferraiuolo TAMBURO ROSSO – La pelle del tamburo è l’unica che puoi percuotere dedicato a tutte le vittime di violenza a cui è tolta la parola. «Tamburo Rosso nasce dall’idea che il suono, le parole e la musica possano interrompere questo silenzio riempiendolo con la forza del grido, ma anche con la dolcezza di un canto o di una ninna nanna. Progetto che nasce nel 2012 con lo slogan: “la pelle del tamburo è l’unica che puoi percuotere” in cui il tamburo, che nella tradizione è strumento “femminile” diventa il mezzo con cui parlare di donne, cantare di donne e recuperare la bellezza e la forza del ruolo della donna nella tradizione popolare e nella società, il tamburo e la donna sono facce di una stessa medaglia, un dualismo che li vede protagonisti di miti, storie e leggende. Partendo da un lavoro di ricerca e ripercorrendo repertori e ritmi della tradizione italiana, Tamburo Rosso accende un faro sul ruolo sociale che oggi ha la donna e il suo strumento magico e su come ancora cerchino di interagire ponendo accenti su problematiche di cui l’uomo è vittima e carnefice. Il tamburo diventa culla, scudo, figlio, il bene che scaccia il male. La donna intona parole e accarezza l’anima di chi le ascolta, accogliendo con senso materno la fragilità del mondo intero» così racconta Valentina Ferraiuolo.

Doppio appuntamento giovedì 20 agosto: alle ore 19.00 il concerto RACCONTI INCANTATI SOTTO LOGGIA del Coro InCantu diretto dal M° Carlo Marchionne presso la Loggia dei mercanti.

Un concerto che è un incontro, raccolto, quasi intimo e familiare, per raccontare con il canto delle storie, delle emozioni. Ad esempio la storia di Geordie, giovane di nobili origini, che nell’Inghilterra del 500, ha rubato sei cervi nel bosco del re, e per questo sarà impiccato. Per raccontare dell’amore della sua donna che cavalcherà fino a Londra per implorare la salvezza di Geordie. Ma anche per raccontare il dolore delle madri di Tito e di Dimaco, i due ladroni, crocifissi sul Golgota, ai lati di Gesù, e l’angoscia di Maria, alla quale, entrando nella bottega di un falegname, incuriosita dal suo frenetico lavorare, le verrà svelato che una delle tre croci che sta preparando sarà usata per crocifiggere suo figlio. Per raccontare poi della svitata Deloris di Sister Act, del gioviale frate Leo, il più umile e mite dei discepoli di San Francesco, e di San Filippo Neri che, nella Roma papale di metà del 500, all’invito a diventare cardinale rispose “No grazie… Preferisco il Paradiso”.

Infine impossibile non raccontare il grande Ennio Morricone e rendere omaggio all’autore delle colonne sonore più belle del cinema italiano e mondiale.

Sempre giovedì 20 agosto ma alle ore 21 al Castello Baronale uno spettacolo che nasce dopo un periodo di residenza a Maenza che ha messo in contatto la compagnia di Tamara Bartolini e Michele Baronio con la comunità di donne, in un’indagine sull’abitare a partire da alcune domande: Cos’è casa, e dov’è casa fuori dalla casa? Dove sono i luoghi marginali di cui riappropriarci perché diventino spazi di resistenza, pratiche di cambiamento? Quali esercizi di cura? Nasce così una drammaturgia inedita, uno spettacolo che parla del territorio perESERCIZI SULL’ABITARE #2. MAENZARedReading#13 Un giorno bianco unincontro tra il teatro e la potenza di un libro, una narrazione che si articola su più livelli: un libro di riferimento (“Ho costruito una casa da giardiniere” di Gilles Clément) e l’indagine sull’abitare. Il progetto, prodotto da Bartolini/Baronio e 369gradi, fa parte della seconda tappa di un viaggio lungo 333km che ad ottobre arriverà al Romaeuropa Festival.  

Bartolini – Baronio

L’ingresso agli spettacoli è gratuito nel pieno rispetto delle norme anti Covid-19, previa prenotazione obbligatoria alla Compagnia die Lepini al numero 0773889644 dal lunedì al venerdì ore 9.30 – 13.30.

Il festival Radure. Spazi culturali lungo la via francigena del Sud è la prima azione di sistema del progetto integrato di ATCL Invasioni Creative che si pone come obiettivo la valorizzazione del patrimonio culturale ed umano dei sistemi territoriali del Lazio e la creazione di reti che condividano la missione di mettere arte e cultura al centro dei processi di sviluppo locale.

Grazie alla determinante collaborazione con il Comune di Priverno, il progetto Invasioni Creative partito nel 2016 con il contributo del MIBACT, si è evoluto in un processo di qualificazione artistica e rinnovamento bottom-up dell’offerta culturale locale mediante l’attuazione di pratiche integrate e partecipate finalizzate all’empowerment della comunità, alla riqualificazione artistica degli eventi di spettacolo dal vivo e all’efficientamento dei relativi processi organizzativi e gestionali.

Guarda anche..

roberta tintari

Terracina. il sindaco Roberta Tintari annuncia la sua positività al Covid-19

“Nei giorni scorsi mi sono sottoposta al tampone antigenico per un controllo periodico. Al risultato …

le cinema cafe

Le Cinéma Café sfiderà il coprifuoco dell’asporto

l manager della catena pontina: «Non una protesta, ma una difesa del lavoro». Tra le …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi