borgo vodice

Riconsegnati alla cittadinanza la palestra scolastica di Borgo Vodice e il ponte degli Arciglioni


La palestra scolastica di Borgo Vodice torna a disposizione degli alunni degli Istituti scolastici e delle associazioni del territorio.

Nella mattinata odierna il sindaco, insieme ai consiglieri Marino e Danesin, ha riconsegnato in uso la struttura.

L’inaugurazione ufficiale si terrà in un’apposita cerimonia in programma per il 18 gennaio 2022 alla presenza delle scuole e delle autorità.

“Finalmente possiamo restituire la palestra ai nostri ragazzi, con una serie di migliorie volte a garantire la sua fruibilità in assoluta sicurezza e senza disagi.

L’iter è stato più lungo del previsto ma è emersa l’esigenza di apportare integrazioni al progetto iniziale aggiornando l’esecutivo e anche gli stanziamenti previsti: da 40mila euro si è passati a poco più di 96mila euro con lavori che hanno dato un valore nuovo alla struttura, per decenni lasciata in balia degli eventi senza la necessaria manutenzione ordinaria.

La nostra gioia maggiore sta nel ridare agli alunni delle scuole e alle associazioni del territorio la possibilità di tornare a fare sport in una struttura riqualificata e in grado di assecondare le diverse esigenze.

In una città che fa della pratica sportiva una delle sue vocazioni primarie, questo è un passo imprescindibile, che andava fatto nel migliore dei modi e con interventi duraturi ed efficienti in grado di assicurare un luogo del tutto accogliente”, il commento del sindaco Giada Gervasi.

Nel dettaglio, gli interventi hanno riguardato il rifacimento dell’intera pavimentazione dello stabile, previa rimozione della precedente, con particolare attenzione ai processi di impermeabilizzazione della stessa così da arginare a monte i comprovati problemi di infiltrazione.

La nuova superficie, certificata dal punto di vista ambientale, è antiscivolo e antiurto, pertanto adatta a gran parte delle discipline sportive e per la fruizione degli alunni delle scuole.

Tra i lavori realizzati si annoverano anche: sostituzione dei controsoffitti nei corridoi, nelle stanze adiacenti al campo e negli spogliatoi, raschiatura della vecchia vernice, stuccatura e ritinteggiatura, messa in posa del battiscopa nuovo, sostituzione di rubinetti e mattonelle nelle docce e nei bagni dove danneggiate, sanificazione con acido di sanitari e locali spogliatoi, installazione di apertura motorizzata con pulsante di 8 infissi nel locale palestra, sistemazione delle porte d’ingresso e applicazione di zanzariere, sanificazione generale di fine lavori come da prescrizioni anti Covid-19.

Da evidenziare che la palestra, prima di questi interventi, è stata oggetto del rifacimento e messa a norma di tutti gli impianti elettrici, che così ora sono sicuri e certificati, e che per questi lavori di ristrutturazione appena terminati l’Amministrazione comunale ha ottenuto il finanziamento di 33.600 euro nell’ambito del bando regionale sull’impiantistica sportiva denominato “Pronti, Sport, Via!”.

Anche il ponte degli Arciglioni è tornato da oggi fruibile al transito pedonale e veicolare, dopo gli interventi di riparazione e recupero che hanno interessato l’infrastruttura nella sua totalità, rimasta danneggiata a seguito degli eventi calamitosi straordinari dell’ottobre 2018.

Nella fattispecie sono state eseguite opere di sistemazione e consolidamento delle spallette, è stata realizzata la nuova campata e ripristinato il manto stradale. Il tutto grazie al finanziamento della Regione Lazio di 167mila euro, richiesto dall’Amministrazione comunale con apposita progettualità.

“A Sabaudia le opere pubbliche si realizzano; si iniziano e si concludono, anche quando è necessario rivedere i progetti, allungare i tempi dei lavori e integrare iter amministrativi e risorse finanziare preventivate, perché il pensiero primario di questa Amministrazione è di non sperperare i soldi pubblici con interventi spot ma investirli con azioni e progettualità mirate.

Questione di responsabilità ed etica, in particolar modo quando si deve agire dopo decenni di incuria e mancate manutenzioni. Ringrazio pertanto tutti gli Uffici per il lavoro svolto e l’impegno profuso e per aver ancora una volta dimostrato il grande valore della progettazione sinergica, del rispetto delle norme e degli adempimenti amministrativi”, commenta il consigliere con delega ai lavori pubblici, Sandro Dapit.


Guarda anche...

rocco chinnici

Rocco Chinnici, chi era mio Padre

La figura del grande Magistrato ucciso il 29 luglio 1983 dalla mafia, insieme agli uomini …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *