paolo mellano
Paolo Mellano

Cittadini per Sabaudia sulla cancellazione dei mondiali di canottaggio

L’amministrazione Mosca cancella Sabaudia dal canottaggio mondiale: una rinuncia che sembra quella della volpe e l’uva

La rinuncia agli eventi di canottaggio del 2023 e 2024 ancora oggi lascia l’amaro in bocca, sia pensando a quanto era stato ottenuto finora per Sabaudia portandola a palcoscenici internazionali da cui mancava da decenni, sia vedendo che altri comuni italiani continuano a lavorare e crescere puntando su questo sport, pensiamo a Piediluco o a Varese.

Ma quello che non è accettabile che ancora oggi, l’attuale amministrazione invece di dichiarare in modo trasparente che si tratta di una scelta politica, parla di mancanza di fondi.

Ricordiamo, solo per dimostrare che non è una questione economica ma di volontà, che l’amministrazione Gervasi ha:

1) ripianato il debito comunale di 6,2 milioni in 5 anni, quindi in media in altri termini ha messo da parte OGNI ANNO più di 1,2 MILIONI,
2) ha ottenuto 17 milioni di fondi extra comunali e con 7 milioni di questi ha già realizzato (o Iter concluso) opere pubbliche
3) ha realizzato un campo di gara internazionale ed organizzato 2 eventi internazionali (uno saltato per Covid) per un costo totale di 2 milioni – almeno quanto riferito dal sindaco Mosca in consiglio comunale – di cui 1,1 milione sono fondi deliberati dalla Regione Lazio, che quindi dovranno arrivare nelle casse comunali o essere compensati.

Inoltre di questi 2 milioni oltre 1 milione sono fondi di investimento, ovvero per realizzare l’impianto sportivo internazionale che oltre la tappa di coppa del mondo del 2021 avrebbe dovuto ospitare eventi almeno fino al 2025, basta leggere l’albo pretorio del comune e il sito del comitato per aver un quadro chiaro.

Quando il Sindaco Mosca parla della mancanza di fondi esterni negli eventi passati, oltre a non citare la delibera regionale che prevede un impegno di 1,1 milione di euro, dimentica i fondi indiretti arrivati come i 3,5 milioni per le strade da Regione e Provincia e oltre i 500 mila euro dal CONI per strutture a Sabaudia in carico ai gruppi sportivi, tra cui Torretta presso la Marina Militare.

Per questo motivo ci domandiamo perché qualcuno ancora dice ancora che è impossibile trovare 1 milione e 850 mila euro (sempre stime presentate dal Sindaco Mosca in consiglio) per fare 2 eventi internazionali in 2 anni se in passato si sono risparmiati 1,2 milioni all’anno e trovati moltissimi altri fondi?

Perché rinunciare ad eventi che porterebbero ritorno di immagine, fondi indiretti ( strade e infrastrutture), e soprattutto guadagni per attività commerciali, ricettive e di ristorazione del nostro territorio, se chi c’era prima ha dimostrato che si può fare?

Ci sembra che sia stato più facile rinunciare a questi eventi e dire che non conviene, un po’ come la volpe che diceva che l’uva era acerba!

Paolo Mellano
Cittadini per Sabaudia

Guarda anche...

maltempo

Ottaviani, nubifragio: “Nel Sud Pontino, basta solo studi. Si passi alle opere” 

“Ieri un nubifragio e una tromba d’aria hanno colpito il Sud Pontino, provocando allarme nella …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.