vitamine e cancro

Vitamine e Cancro


Una dieta adeguata dal punto di vista quantitativo e qualitativo non può prescindere dall’apporto dei micronutrienti. E cioè di vitamine e di sali minerali. Questi elementi, seppur necessari in quantità inferiore rispetto ai macronutrienti (carboidratiproteine e lipidi), svolgono funzioni estremamente importanti nel nostro organismo, per esempio per il funzionamento del sistema immunitario e di quello riproduttivo. Per questo, un apporto inadeguato attraverso la dieta può mettere a rischio la salute.

Le vitamine sono presenti in concentrazioni generalmente più elevate nei cibi di origine vegetale (frutta, verdura, legumi, cereali), anche se alcuni di questi micronutrienti si ritrovano pure nell’acqua e in altri alimenti di origine animale (es. vitamina B12). Consumare quindi molti vegetali e variare i tipi di alimenti ad alto contenuto in micronutrienti permette di evitare carenze, oltre a essere un’abitudine che aiuta a prevenire molte malattie, tra cui diverse forme di cancro. Al contrario, alcuni regimi alimentari non equilibrati possono impedirci di assumere l’apporto di micronutrienti necessario a rimanere in salute.

Vitamine: di cosa si tratta?

Le vitamine regolano i processi metabolici dell’organismo e mantengono l’integrità strutturale delle cellule. Nonostante abbiano un’ampia eterogeneità strutturale, sono accomunate dalle seguenti caratteristiche:

  • sono componenti essenziali dei sistemi biochimici e fisiologici della vita animale e in molti casi anche di quella vegetale e microbica;
  • sono solitamente presenti in piccole quantità nelle sostanze biologiche;
  • la capacità umana di sintetizzarle è stata progressivamente persa con l’evoluzione, motivo per cui è fondamentale un apporto adeguato attraverso la dieta;
  • la loro carenza nei tessuti causa sindromi di carenza specifica.

Vitamine: conosciamole meglio

Le vitamine si classificano in base alla loro solubilità. Sono dette idrosolubili tutte le vitamine del gruppo B e la vitamina C, perché sono capaci di sciogliersi in acqua, mentre vengono dette liposolubili, per la loro affinità con i grassi, le vitamine ADE e K. Oltre a essere più stabili nell’esposizione alla luce e a elevate temperature, le vitamine liposolubili possono essere accumulate nell’organismo. Questo spiega perché, nonostante la loro funzione essenziale, soprattutto quest’ultimo tipo di vitamine non deve essere assunto in eccesso.

fonte: airc.it


Guarda anche...

sesso e cancro

Donne, cancro e sessualità sconfiggiamo i tabù

Con un convegno che si è svolto mercoledì 5 ottobre nella Sala della Protomoteca del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *