lavori unindustria ARIA Ponza

Tre pilastri per lo sviluppo del litorale laziale: turismo, infrastrutture ed economia del mare


I Giovani Imprenditori di Unindustria hanno presentato l’evento ARIA

Nuove idee di sviluppo delle isole pontine e di tutto il litorale laziale sono state oggetto di riflessione nell’evento ARIA – Accoglienza Risorse Infrastrutture Ambiente promosso dal Gruppo Giovani Imprenditori di Unindustria che si è tenuto questa mattina sull’isola di Ponza.

Si è trattato di un primo momento di confronto ed impegno costante per avviare un dialogo tra i giovani imprenditori di Unindustria, l’amministrazione comunale e regionale, al fine di valorizzare le vocazioni dell’isola: dalla tutela dei beni culturali e naturalistici, al miglioramento degli standard di accoglienza e della gestione dei flussi turistici, fino alle nuove possibilità offerte dalla blue economy.

Angelo Camilli
Angelo Camilli

“Come tutte le isole anche Ponza ha bisogno di rimanere connessa e organica alla vita del litorale e del continente – ha dichiarato il Presidente di Unindustria Angelo Camilli – Ma lavorare sui bisogni strutturali di questi territori, sull’innovazione, sulla possibilità di fare investimenti per aumentare la sostenibilità e l’attrattività per fare impresa, significa dare realmente nuove possibilità di futuro all’isola. Ritengo che il panel sulle infrastrutture farà emergere criticità e proposte per guardare ad una mobilità più intelligente per raggiungere e godere delle meraviglie di Ponza. Così come sul turismo verranno idee e proposte per valorizzare al meglio gli itinerari che offre l’isola per i visitatori, con l’obiettivo di immaginare una destagionalizzazione dei flussi. Sono convinto che Ponza possa essere anche isola di nuova impresa e nuovo lavoro ed alcune idee a tal riguardo verranno sicuramente anche dallo studio sul Digitale nel Lazio”

Corrado Savoriti
Corrado Savoriti

“Il nostro intento – ha spiegato il Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Unindustria Corrado Savoriti – è avviare un confronto per favorire la valorizzazione e tutela dei beni culturali e naturalistici di Ponza e per migliorare gli standard di accoglienza e della gestione dei flussi turistici, fino alle nuove possibilità offerte dalla blue economy. In particolare, vorrei richiamare  l’attenzione sulle potenziali leve strategiche per lo sviluppo delle Isole Pontine e di tutto il litorale laziale: il turismo, le infrastrutture, e vorrei aggiungere, l’imprenditoria giovanile. Questi temi sono infatti interconnessi e possono contribuire a creare un ambiente favorevole allo sviluppo economico e sociale del nostro territorio e di tutto il Paese”.

Riccardo Di Stefano
Riccardo Di Stefano

“L’evento di oggi ha centrato un tema cruciale per l’economia locale e nazionale – ha dichiarato Riccardo Di Stefano, Presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria nel suo intervento conclusivo – L’assetto infrastrutturale e logistico del Paese è essenziale per la qualità della vita dei cittadini e per la competitività delle imprese. Questa fase di ripresa economica incerta sta evidenziando la forte esigenza di aumentare la complementarità tra logistica e produzione, superando i limiti di una politica infrastrutturale ancora poco adeguata alle logiche della competitività, soprattutto internazionale, e alle esigenze del turismo che per il nostro paese si sta confermando un incredibile volano. Bisogna lavorare su una visione strategica di politica infrastrutturale, unitaria e sistemica, ma soprattutto basata su innovazione e sostenibilità.” 

Turismo, infrastrutture ed economia del mare sono i punti sui quali si focalizza il progetto di sviluppo dell’isola e che sono stati affrontati da personaggi di rilievo per ogni settore.

Il panel legato al turismo è stato affrontato dal Ministro del Turismo Daniela Santanché, da Alessandra Sensi Presidente del Gruppo Giovani di Unindustria Viterbo,da Stefano Fiori Presidente del Convention Bureau Roma e Lazio e da Massimo Scaccabarozzi Presidente della Fondazione Roma Expo 2030.

Il panel Infrastrutture è stato aperto da Vincenzo Formisano Presidente della Banca Popolare del Cassinate e ne hanno parlato: Pasquale Ciacciarelli, Assessore all’Urbanistica della Regione Lazio, Paolo Di Cecca, Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Unindustria Latina, Umberto Lebruto, CEO FS Sistemi Urbani e Francesco Sciaudone di Grimaldi Alliance.

Per quanto riguarda il panel Economia del mare, sono intervenuti Giovanni Acampora Presidente della  Camera di Commercio Frosinone e Latina e Marco Pini Senior Economist del Centro Studi Tagliacarne.

Nel corso dell’evento è stato presentato, inoltre, lo studio “Il Digitale nel Lazio 2023” a cura di Anitec-Assinform ed Unindustria. Ad illustrare i risultati Alberto Tripi, Vice Presidente Unindustria Trasformazione Digitale, Marco Gay Presidente Anitc-Assinform e Vittoria Carli Presidente della sezione Information Technology di Unindustria.

I saluti istituzionali sono stati portati da Francesco Ambrosino, Sindaco di Ponza, Angelo Camilli Presidente di Unindustria e Corrado Savoriti Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Unindustria. Le conclusioni sono state tratte da Riccardo Di Stefano, Presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria. A moderare i lavori Simona Branchetti Giornalista Mediaset.

www.un-industria.it/

Com.Stampa Unindustria


Guarda anche...

Angelo Camilli

Unindustria, Camilli: IA fondamentale per la crescita economica futura dell’Italia

“Non esiste una platea migliore di quella dei Giovani Imprenditori per affrontare un tema che …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *