Marika Campeti
Marika Campeti

Fondi presentazione del romanzo “L’ultimo respiro di Mara”


Arrivata alla sua quarta opera, la talentuosa scrittrice romana propone ai suoi lettori un thriller psicologico edito da Bertoni Editore ambientato in un piccolo borgo umbro.

La presentazione del libro è organizzata dall’ Associazione Pro Loco Fondi Aps con il patrocinio del Parco Naturale Regionale Monti Ausoni e Lago di Fondi, del Comune di Fondi e Banca Popolare di Fondi. L’iniziativa rientra nel calendario eventi dell’estate fondana 2023: “Fondi sotto le stelle”, e tra le iniziative dell’estate nel Parco #viviparchidelazio; aderisce inoltre al progetto “Fondi città che legge”.

Con uno stile fluido e scorrevole Marika Campeti scava nei meandri più morbosi e cupi dell’animo umano, in una trama che si intreccia tra passato e presente, tra terza e prima persona, fino a spingere il lettore a voler conoscere il finale della storia.

Le protagoniste Veronica e Mara sono due adolescenti con carattere e aspetto fisico opposto e contrastante tra loro: Veronica introversa e insicura nel suo corpo imperfetto e dal carattere più riflessivo; Mara estroversa, bellissima e dissoluta.

Le due si affacciano al mondo degli adulti accompagnando le loro giornate con la consapevolezza e la noia di trovarsi a vivere in un luogo dove non accade mai nulla.

Fino a quando la loro vita viene sconvolta dall’arrivo di un uomo misterioso, dalla dubbia fama, che risveglia negli animi delle due ragazze l’aspettativa e la morbosa attrazione per ciò che è cupo e avvolto dall’ombra del male.

L’autrice Marika Campeti incontra il pubblico nell’anteprima nazionale a Fondi, parlandone con la direttrice della Pro Loco Fondi Stefania Di Benedetto, coinvolgendo i sentimenti e la curiosità nella splendida e storica sala del Palazzo Caetani Colonna. L’ingresso è gratuito e i locali ventilati.

LA TRAMA: La telefonata preoccupata di suo padre costringe Veronica a lasciare Roma per tornare in Umbria, nel casale di famiglia immerso nei boschi che costeggiano il fiume Faena. Lì, sulla collina tra Fratta Todina e Montecastello di Vibio, una minacciosa cascina conserva un segreto che la ossessiona. Chi abitava quella casa sedici anni prima? All’ombra dei rampicanti che infestano le mura di pietra, un uomo misterioso le tormenta i sogni, costringendola a ripercorrere i giorni antecedenti alla tragedia che le ha sconvolto la vita. Veronica deve fare i conti con frammenti di ricordi che la perseguitano, e mentre cerca di mettere insieme i pezzi, le sembra di essere costantemente osservata: lungo i sentieri del bosco, nella cantina umida della cascina, persino nell’intimità della sua camera. Il ricordo della sua adolescenza, il legame con sua cugina Mara e il silenzio che alberga nella sua vecchia casa la investono come un fiume in piena, spazzando via le sue certezze e lasciando dietro di sé solo detriti e fango. Una storia sul passato che ritorna inesorabile, di legami di sangue corrotti dalle ossessioni. Cupa, come il letto del fiume che rapisce l’ultimo respiro di vita.

Per info. E-mail: info@prolocofondi.it – Tel. 3297764644 (anche WhatsApp)

Comunicato Stampa: Associazione Pro Loco Fondi


Guarda anche...

lago fondi zone umide

Si è celebrata ieri la Giornata mondiale delle zone umide

Organizzati dall’Ente Parco dei Monti Ausoni, presso il Lago di Fondi ed il Lago di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *