nicola procaccini

Acqua radioattiva in mare, Procaccini “Grave decisione”

“La decisione del governo giapponese di riversare in mare l’acqua contaminata della centrale nucleare di Fukushima è grave per i danni all’ecosistema che rischia di provocare. La comunità internazionale non può restare a guardare, occorre innanzitutto trasparenza massima per una iniziativa che si configura come un pericoloso precedente. E deve pronunciarsi su questo anche il governo italiano, in rappresentanza di una popolazione quasi interamente lambita dal mare“.

È quanto afferma l’europarlamentare di FDI, Nicola Procaccini, responsabile del dipartimento Ambiente ed Energia del partito.

“Comprendiamo le difficoltà di una nazione gravemente colpita da un incidente terribile come quello di Fukushima. D’altra parte, il sacrificio della fauna ittica, oltre ad essere pericoloso per la catena alimentare, non può essere considerato un trascurabile danno collaterale provocato dall’uomo, seppur in concorso con il terremoto del 2011. Non si può ammettere che a pagarne il prezzo siano tutte le popolazioni, che peraltro non hanno beneficiato dei vantaggi economici prodotti dalle energie nucleari giapponesi. L’esaurimento dei serbatoi per lo stoccaggio dell’acqua contaminata non è un motivo sufficiente per sversarla in mare, occorre trovare strade alternative per evitare un grave attacco all’equilibrio ambientale servendosi delle nuove tecnologie sempre più efficaci in materia di decommissioning”, conclude Procaccini

Guarda anche...

procaccini

Procaccini sulla lettera UE sulla trasmissione Rai Anni 20

“Il tentativo della rappresentanza in Italia della Commissione europea di mettere il bavaglio alle critiche …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.