maurizio lucci
Maurizio Lucci

Dichiarazione del consigliere Lucci sull’operato dell’amministrazione Mosca


Come Consigliere di Minoranza e rappresentante in Consiglio di FdI non posso che evidenziare le continue lacune che mostra l’attuale gestione amministrativa della nuova maggioranza tanto che si rischia di rendere arrancante e faticosa l’economia cittadina come se a monte non esistessero un’idea e una visione di sviluppo e prospettive future per la città che vadano oltre i proclami di propaganda spicciola su questioni marginali e futili e che nei fatti si sta traducendo con l’inerzia che sta bloccando progetti già avviati e appalti già aggiudicati.

A questo si aggiunge una costante propaganda mistificante che in modo preoccupante mira a delegittimare il ruolo e il dovere di chi è all’opposizione ma ugualmente è stato eletto dai cittadini per rappresentarli in Consiglio Comunale e tutelare le loro istanze legittime e non di parte. Per correttezza d’informazione, da ex Sindaco, specifico che, nella fattispecie, i finanziamenti extra comunali si determinano con l’approvazione del bilancio regionale e tali opportunità si colgono a settembre magari approfittando di progetti preliminari approvati dalla Giunta precedente dando concreta dimostrazione di una virtuosa e lungimirante continuità amministrativa che nel caso di Sabaudia sembra invece venga onorata solo nel costante compromesso nella gestione del potere.

Nel frattempo con la deliberazione della giunta regionale n°1456 del 28 dicembre scorso dei 12 progetti per la riqualificazione di opere pubbliche che riguardano la provincia pontina nessuno è riferibile al Comune di Sabaudia mentre il Comune di Pontinia ne ha finanziati ben due.

La propaganda sull’ordinaria manutenzione del verde pubblico, o su qualche evento in piazza realizzato attraverso aggiudicazioni sempre più opache non possono sopperire in eterno questa carenza di progettualità ed efficienza amministrativa che si conclama anche nell’incapacità di attivarsi nell’agganciare nuovi finanziamenti sostanziali per progetti importanti per la città.

Concludo sottolineando un’evidenza di fatto. Non ci si può neppure affidare in eterno alle proroghe e dilazioni dei termini come, ad esempio, sono stati concessi sia dall’attuale Governo che dalla Regione per sanare ritardi ed inefficienze di quelle amministrazioni che al 31 dicembre 2022, termine ultimo, non avevano ancora presentato il nuovo PUA (piano utilizzazioni arenili) né attuato il PAU (piano arredo urbano) come nel caso di Sabaudia che, data la sua vocazione e attrattiva turistica, avrebbe dovuto mettere questi due strumenti in cima alle priorità di cui occuparsi dal giorno dell’insediamento. Più di sei mesi fa.

Maurizio Lucci


Guarda anche...

lago di paola

Scalfati (Lista Rocca): Lago di Paola, il Pd non conosce le leggi

“A chiarimento di quanto affermato dal Partito democratico, si fa presente – anche al solo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *